LA CISL MESSINA SUL TERRITORIO A PARLARE DI EDILIZIA SCOLASTICA

Un confronto costruttivo e di merito sullo stato dell’edilizia scolastica in provincia di Messina. La Cisl di Messina, attraverso il gruppo di lavoro permanente istituito insieme alle Federazioni territoriali degli Edili (Filca Cisl), della Scuola (Cisl Scuola) e della Funzione Pubblica (Fp Cisl), continua a lavorare nell’interesse degli studenti, delle lavoratrici e dei lavoratori dei settori e delle famiglie.
I segretari provinciali Mariella Crisafulli e Antonino Alibrandi e il segretario provinciale della Filca Giuseppe Famiano hanno incontrato il sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto, Roberto Materia (accompagnato dagli assessori alla Pubblica istruzione Ilenia Torre e all’Edilizia scolastica Tommaso Pino), e il sindaco di Brolo, Irene Ricciardello (accompagnato dall’assessore all’Edilizia scolastica Marisa Bonina e dal capo dell’Ufficio Tecnico, Basilio Ridolfo) reiterando le proposte del sindacato con spirito di collaborazione e propositivo ma anche di stimolo per le Amministrazioni.
La richiesta della Cisl è quella dell’attivazione di un Tavolo Tecnico per l’Edilizia Scolastica che potrebbe essere lo strumento per condividere e far emergere le eventuali criticità nella partecipazione ai bandi, nella progettazione, nell’esecuzione dei lavori per non disperdere risorse ed assicurare condizioni di sicurezza agli studenti, agli operatori e alle famiglie.
«Investire sugli edifici in cui si formano le future generazioni significa investire sul futuro di una comunità – sottolinea il segretario generale Tonino Genovese – Avviare lavori di ammodernamento permetterebbe di ridare ossigeno al settore edilizio, colpito dal 2008 da una crisi senza precedenti, e da sempre vero volano della ripresa. Da qui la necessità di avere una panoramica della situazione strutturale degli edifici scolastici, individuando le priorità e gli interventi per mettere in sicurezza gli edifici a rischio ed un piano di interventi più a lungo termine».
Il sindacato chiede una riqualificazione degli edifici pubblici puntando su eco-sostenibilità e dell’efficienza energetica da considerare come investimenti per il futuro, senza aumento delle volumetrie, coinvolgendo altri settori in forte crisi come il legno, salvaguardando il territorio ed evitando inutili cementificazioni ma rigenerando l’esistente. Ma anche l’apertura dei cantieri senza pastoie e lungaggini burocratiche per sostenere l’occupazione, le imprese, il reddito delle famiglie e la crescita della nostra provincia.
«Chiediamo di monitorare bandi e finanziamenti per non perdere risorse – aggiunge Genovese – come l’ultimo avviso per la concessione di contributi per la messa a norma antincendio degli edifici scolastici che scadrà il prossimo 20 giugno, il fondo di rotazione per la progettazione, il Patto per Messina che considera strategici anche gli interventi dell’edilizia scolastica e sportiva e che le eventuali economie derivanti dalla gestione del Patto, potranno essere destinate prioritariamente per rafforzare gli interventi di edilizia scolastica».



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi