La Fondazione CRT ha deciso di finanziare Affetti Collaterali

Listener

Abbiamo già parlato di Carlotta Bisio e dell’associazione Affetti Collaterali (Associazione Regionale di Promozione Sociale), tesa al recupero ed all’integrazione di cittadini e cittadine disabili, attraverso il teatro ma anche con altre varie iniziative.

Ebbene ora siamo ancora qui, volentieri, a riprendere quel discorso interrotto per dare un’altra buona notizia relativa a queste importanti tematiche: la Fondazione CRT ha deciso di sostenere con un contributo un nuovo progetto, Teatr’Abile. Teso a garantire l’accessibilità alla cultura a centinaia di persone per un programma di integrazione e di divertimento per persone “diversamente abili”.

Sono ormai diversi anni che questa Compagnia Teatrale – che annovera tra i propri attori anche un’artista non-vedente – porta in scena con i propri spettacoli in Piemonte e nel nord Italia in genere, attività che migliorano la vita di queste persone senza pietismi ma con la consapevolezza che una società giusta non emargina il diverso e sa organizzarsi consapevolmente per rendere i servizi sociali facilmente usufruibili per tutti in forma uguale.

Ecco quindi un grazie speciale non solo alla CRT ma, dicono dall’associazione, anche per tutti coloro che si adoperano e sostengono l’integrazione. Soprattutto in questi tempi di magra dove a cultura e disabilità i fondi non sono mai sufficienti ed occupano un posto marginale nella società.

Il progetto Teatr’abile ha vinto il primo premio nazionale assoluto “cultura e società” – sezione teatro, con medaglia della Presidenza della Camera, e presuppone un modo originale e divertente per conoscere la disabilità con spettacoli teatrali che avvicinano due mondi che non hanno alcuna ragione a restare separati: quello cosiddetto normodotato e l’altro definito diversamente abile.

“Molte volte il disabile è commiserato e con ciò discriminato proprio da quelli che hanno paura di riconoscersi in lui, direttamente o indirettamente”.

(Giuseppe Pontiggia “Nati due volte”, Milano, Mondadori 2000

Franco Cortese  Notizie in un click                  

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi