La REGIONE MARCHE ALLA BIT 2016, DALL’11 AL 13 FEBBRAIO

UN ASSAGGIO DELL’OFFERTA TURISTICA MARCHIGIANA ALLA “FONDAZIONE MATTEI” DI MILANO, DOMANI 10 FEBBRAIO.

In anteprima anche la presentazione delle tante e importanti mostre che caratterizzeranno la stagione a cominciare dalla Primavera. Con Vittorio Sgarbi che parla delle Marche come “un libro aperto di Storia dell’Arte”.  

Come ogni anno le Marche presenteranno la propria offerta turistica alla BIT (Borsa Internazionale del Turismo) di Milano, in programma dall’ 11 al 13 febbraio 2016 nei padiglioni della Fiera di Rho. Quest’anno con una novità: un’anteprima alla vigilia dell’apertura, domani mercoledì 10 febbraio, alle 18.30, per la presentazione di “destinazionemarche: the ideal place for a better life. Have a nice holiday in 2016.”   

Insieme all’assessore al Turismo-Cultura,Moreno Pieroni, presso l’Auditorium della Fondazione ENI Enrico Mattei di Corso Magenta 63, a Milano, interverranno Raimondo Orsetti, Dirigente Servizio Internazionalizzazione Cultura e Turismo Regione Marche e Vittorio Sgarbi, curatore di importanti mostre nel 2016 nelle Marche. Il critico d’arte con il contributo di foto e video racconterà le Marche come ” un libro aperto della storia dell’arte italiana”. Al termine interverrà Mons.Claudio Giuliodori, già Vescovo della Diocesi di Macerata, assistente ecclesiastico generale dell’ Universita’ Cattolica del Sacro Cuore  di Milano dedicando una riflessione agli itinerari dello spirito nelle Marche.

“Il luogo che ci ospiterà il 10 febbraio non è una scelta casuale – afferma l’assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni-  perché non solo ricorda uno dei più grandi marchigiani, ma è la sede di una Fondazione che si occupa di ricerca sullo sviluppo sostenibile, un asse imprescindibile su cui la Regione Marche fonda le sue scelte e su cui costruisce anche i progetti dell’offerta promozionale turistica, attraverso le eccellenze legate all’attenzione per l’ambiente. Le lusinghiere recensioni sui più autorevoli quotidiani internazionali – ha aggiunto Pieroni – che recentemente ci hanno indicato in Gran Bretagna come l’unica meta italiana da preferire nel 2016, accanto alle più rinomate località turistiche mondiali, e soprattutto i dati molto confortanti sui flussi turistici registrati lo scorso anno, ci spingono a curare nel miglior modo le radici di questi consensi: la qualità dell’offerta e la collaborazione di tutti i soggetti al sistema turistico regionale attorno alla valorizzazione del territorio. Ma vogliamo “seminare” anche nuove proposte nell’ottica della tradizione locale che da sempre sa viaggiare con l’innovazione. Sempre più ci caratterizziamo, infatti, per essere una destinazione attraente per qualsiasi esigenza di vacanza e per essere regione d’Arte e di capolavori, disseminati in un paesaggio variegatissimo e integro. Le Marche della Cultura, dunque, sono sempre più interconnesse con il Turismo con la comune finalità di consolidare i successi e rilanciare l’economia dei territori.”  Una serata, condotta da Paolo Notari, per promuovere presso i media, blogger, tour operator e stampa specializzata, il territorio come meta di vacanza autentica dove il visitatore si trova a contatto con i ritmi di vita “umanistici” dei borghi storici, ammirando chiese, abbazie e musei con capolavori dell’arte nell’entroterra delle 18 Bandiere Arancioni; una vacanza ricca di esperienza dove non mancano sapori prelibati e in pochi chilometri si arriva al mare delle 17 Bandiere Blu e magari la sera a fare shopping griffato. Il viaggio può partire idealmente proprio da Corso Magenta: di fronte alla sede della Fondazione Mattei si trova la chiesa di S. Maria delle Grazie la cui tribuna è opera di Donato Bramante; la Pinacoteca di Brera poco lontano ospita una ricchissima sezione diffusa permanente di capolavori della pittura marchigiana (Gentile da Fabriano) o proveniente dal territorio marchigiano (Luca Signorelli, Carlo Crivelli, Piero della Francesca e molti altri).

I grandi eventi della cultura segneranno quindi l’offerta turistica del 2016: mostre importanti che saranno presentate l’11 febbraio, giornata di apertura della BIT, nello stand che la Regione Marche ha allestito e che anche quest’anno ospiterà numerosi eventi e una trentina di operatori turistici. Moreno Pieroni inaugurerà lo stand prima di presentare con Sgarbi l’importante stagione delle mostre ( vedi programma allegato), mentre in contemporanea alla BIT si presenterà anche il progetto interregionale con Emilia Romagna, Marche, Toscana , Umbria ” Le Terre di Piero”. A seguire i più importanti appuntamenti sportivi e poi gli spettacoli dal vivo e le stagioni liriche. Tre giorni ricchissimi di incontri che rispecchiano la multiforme offerta marchigiana, dai libri agli e-book ambientati nella nostra regione, agli Oscar del Turismo di Legambiente e poi il Festival del brodetto di Fano e ancora Tipicità 2016 e il progetto #ruralmarche con i GAL. Per concludersi, sabato 13 febbraio,  con un invito alla lentezza e alla contemplazione dei Cammini, percorsi dove si intrecciano spiritualità e natura. Ma le Marche sono anche terra di tecnologia avanzata: nello stand anche un’area dedicata alla “Virtual Experience”: indossando OCULUS RIFT, uno schermo per la realtà virtuale, il visitatore potrà vivere un’esperienza davvero unica di immersione totale nelle Marche. ( ad’e)

 

QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO?
CONDIVIDILO SUI SOCIAL, VIA MAIL E WHATSAPP

Devi essere autenticato per inviare un commento Login

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.