La Sicilia accoglie i minori fuori famiglia

Iniziative di sensibilizzazione per la giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Un grande spettacolo teatrale, ma anche gazebi informativi e tavole rotonde: ha scelto la Sicilia e la costa calabra la Comunità Papa Giovanni XXIII per celebrare la Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Le iniziative di sensibilizzazione sul tema dell’affido familiare attraverseranno l’isola per raggiungere la città di Reggio Calabria.

La Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza celebra l’approvazione, da parte delle Nazioni Unite, della Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia, avvenuta nel 1989. Fra questi diritti, l’Associazione di Don Oreste Benzi sottolinea il diritto di ogni bambino, “di avere e di crescere in una famiglia”.

Marta D’Antonio coordina le iniziative: “Promuoviamo qualcosa di grande, di importante, di gratuito. Chiediamo alle famiglie di accogliere nelle proprie case i minorenni che sono in difficoltà, anche se poi forse i risultati non li vedranno mai. Noi non sapremo se saranno uno o dieci o cento i bimbi che troveranno una famiglia in Sicilia dopo questo 20 novembre; né conosceremo le emozioni che si porteranno dentro quando un giorno ritorneranno a vivere con i loro genitori naturali”.

La Comunità ospita nelle 12 case famiglia delle province di Catania, Ragusa, Siracusa e Trapani una trentina di minorenni; una quarantina frequentano le 6 case famiglia o il centro diurno sulla costa calabra. I ragazzi, anche adolescenti, italiani o stranieri, provengono da situazioni di violenza familiare, di abbandono, di disabilità non accolta, o sono migranti soli. Da circa 2 anni è iniziato il percorso per la costituzione in Sicilia di reti di famiglie affidatarie e gruppi di auto-mutuo aiuto.

Queste le iniziative che si svolgeranno a partire dal 20 novembre 2015: Catania, 20 novembre, Palazzo della Cultura di Via Vittorio Emanuele 121, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19: gazebo informativo sull’affido familiare, con momenti di animazione per i bambini. Ci sarà la possibilità di porre domande e conoscere le famiglie che ospitano i minori. Con il patrocinio del Comune di Catania. Info: Marta d’Antonio, 345.9855621
Villa San Giovanni(RC), 20 novembre, Centro diurno Rose Blu di via Tintoretto in località Piale, a partire dalle 17.00: “chimmi rati? – che mi date?”, tavola rotonda sul tema dell’affido familiare con momenti di animazione per le famiglie. Info: Paolo Campolo, 347.3086904
Scicli(RG), 21 novembre, Parrocchia di Madonna di Fatima in via Modena 1, dalle ore 19: “diamo una famiglia a chi non ce l’ha”: primo di una serie di 8 incontri di testimonianza nei Vicariati della Diocesi, con la presenza di famiglie affidatarie; ogni incontro vedrà la presenza insieme di genitori di realtà del territorio e della Comunità Papa Giovanni XXIII. Info: Giovanna Inì, 348.9318175
Acireale(CT), 30 novembre, Parrocchia del Cuore Immacolato di Maria, piazza S.Francesco: spettacolo teatrale messo in scena dai minori siciliani della Comunità Papa Giovanni XXIII, inserito nel convegno “Oltre il Sinodo, famiglia fabbrica di speranza” organizzato dalla Pastorale familiare della Diocesi di Acireale. Azioni di sensibilizzazione con video pubblicati su Facebook. Info: Laura Lubatti 348.4767073
carcere di Giarre(CT), data da definire: tavola rotonda in carcere con i genitori di minorenni in affido familiare. Info: Marco Lovato, 348.2488157
Gioiosa Ionica(RC), momento informativo. Info: Silvia Alì, 393.5096660

Gli eventi sono anche social, con video e racconti raccolti dall’hashtag #miaffidoate.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi