LA TRENTINO DIATEC PASSA ANCHE A SALONICCO

PAOK PIEGATO 3-1 NEL SECONDO TURNO DI CEV CHAMPIONS LEAGUE
 

Salonicco (Grecia) –  In riva al Mar Egeo la Trentino Diatec raccoglie un sofferto ma fondamentale successo per 3-1 che le consente di proseguire a punteggio pieno la corsa verso i Playoffs 12 di 2016 CEV DenizBank Volleyball Champions. Dopo la bella prova offerta tre giorni prima a Forlì, i Campioni d’Italia sono infatti riusciti a passare anche in Grecia sull’incandescente campo del Paok.
Ottenere i tre punti in palio è stato però tutt’altro che agevole; di fronte a circa 3.500 rumorosissimi spettatori (fra cui è bello sottolineare la presenza di una ventina di supporter gialloblù), i padroni di casa hanno dato il massimo per provare a bagnare il loro esordio casalingo con un successo. Sino al secondo time out tecnico del terzo set l’impressione è che avrebbero potuto anche farcela se Mitar Djuric (sin lì autore di una prestazione molto alterna) non si fosse eretto ad assoluto protagonista, trascinando i Campioni d’Italia alla rimonta (da 16-19 a 22-19) e poi alla vittoria del set che di fatto ha deciso il match. In seguito la squadra di Stoytchev è infatti dilagata, cancellando le difficoltà ed incertezze fatte vedere nella prima parte di gara, dove alle buone cose mostrate a muro hanno fatto da contraltare momenti di black out in attacco e a muro. L’opposto greco, alla fine best scorer trentino con 15 punti di cui a muro, è stato ben spalleggiato da Antonov (14 con 2 muri e 2 ace), Solé (13 palloni vincenti con l’82% e 4 muri), Lanza ma anche da Daniele Mazzone, autore di un ottimo ingresso e bravo a mettere la museruola a Cepeda (16) e Jimenez (15) – calati alla distanza dopo un grande avvio.
La cronaca della gara. Per il secondo impegno europeo della stagione Stoytchev conferma lo starting six abituale, che prevede Giannelli in regia, Djuric opposto, Antonov e Lanza in banda, Van de Voorde e Solé al centro, Colaci libero; lo schieramento dei padroni di casa proposto Nikolay Jeliazkov conta su Kournetas al palleggio in diagonale a Cepeda, Jimenez e Petroglu in posto 4, Georgiev e Pantakidis in posto 3, Gkaras libero. Sostenuto da un pubblico molto caldo il Paok parte a mille grazie ad un Jimenez scatenato in attacco: dal 6-8 si passa nel giro di pochi minuti sul 9-12 con Cepeda che inizia a scaldare il braccio e Antonov che commette qualche passaggio a vuoto di troppo in attacco. Stoytchev spende un time out ma Djuric fatica in attacco e i padroni di casa allungano ulteriormente (10-16). L’ace di Antonov e il muro di Lanza su Cepeda riescono a far rialzare la testa a Trento (13-16), che poi impatta il punteggio sul 19-19, quando lo stesso Oleg ferma ancora Cepeda con un altro block. La tendenza è ormai invertita e i Campioni d’Italia sull’onda dell’entusiasmo realizzano break point in serie sino al 22-19 in proprio favore con Antonov in prepotente ritorno. E’ proprio l’italo-russo a chiudere il set sul 25-22 con una schiacciata nei tre metri senza muro.
Nel secondo parziale il match torna sui binari dell’equilibrio: il Paok con la palla alta risolve spesso situazioni scomode; dopo il primo time out tecnico (8-7) i greci mettono la freccia con Cepeda (9-12) e poi allungano sul +3 (13-16) grazie all’efficacia a rete di Petroglu. Stoytchev allora inserisce Nelli per un falloso Djuric ma le redini della partita sono in mano ai padroni di casa che non le mollano più e anzi allungano sul +5 (14-19) sfruttando anche un raro errore a rete di Lanza. In questo caso la rimonta non viene nemmeno abbozzata e Cepeda con la sua fisicità a rete guida i suoi verso il 18-25 che porta la situazione delle frazioni in parità.
La Trentino Diatec prova a scuotersi in avvio di terzo set e rimane spesso in scia dei padroni di casa (7-8, 12-13, 14-16) che però continuano a guidare le operazioni. Stoytchev inserisce allora Daniele Mazzone per Van de Voorde ma a togliere le castagne dal fuoco è Djuric, che con attacchi e muro prima impatta sul 19-19 e poi schiacciate contro
“E’ una vittoria importante ma spiegarla solo attraverso una prestazione di carattere sarebbe riduttivo – ha dichiarato Radostin Stoytchev in mixed zone al termine della sfida – . Come successo a Forlì siamo riusciti a risalire la china nel nostro momento peggiore sfruttando il servizio di Antonov; va anche detto che la fortuna ci ha sicuramente aiutato. A me, in ogni caso, piacerebbe vedere la squadra vincere sfruttando ogni volta una sua caratteristica di gioco differente mentre in questo momento siamo probabilmente troppo legati al rendimento della battuta. Le cose migliori le abbiamo fatte vedere nella parte finale del match quando siamo riusciti ad impostare nel modo migliore i fondamentali come muro, difesa e contrattacco. Mostriamo ancora troppe insicurezze, dobbiamo lavorare tanto ma non possiamo farlo in questo periodo; se però riusciremo ad ottenere buoni risultati anche nelle gare che ci vedranno impegnati nelle prossime due settimane poi avremo l’occasione per crescere tanto”.
I Campioni d’Italia rientreranno a Trento nel pomeriggio di giovedì e dal giorno successivo inizieranno a preparare il match d’alta classifica di SuperLega UnipolSai 2015/16 in programma domenica 22 novembre quando alle ore 18 arriverà la DHL Modena. In CEV Champions League invece l’impegno più vicino è previsto per il 2 dicembre: sfida casalinga con il Tours per l’ultimo turno del girone d’andata della Pool C.

Di seguito il tabellino della gara della seconda giornata della Pool C della 2016 CEV DenizBank Volleyball Champions League giocata questa sera alla Paok Sport Arena di Salonicco.

Paok Thessaloniki-Trentino Diatec 1-3
(22-25, 18-25, 21-25, 13-25)
PAOK: Jimenez 15, Pantakidis 6, Cepeda 16, Petroglu 9, Georgiev 5, Kournetas, Gkaras (L); Ntinas, Karasavvidis, Efraimidis, Terzis, Sampanai. All. Nikolay Jeliazkov.
TRENTINO DIATEC: Lanza 14, Solé 13, Djuric 15, Antonov 14, Van de Voorde 4, Giannelli 1, Colaci (L); De Angelis, Nelli, Mazzone D. 6, Bratoev. N.e. Mazzone T.. All. Radostin Stoytchev.
ARBITRI: Skudnik di Klagenfurt (Austria) e Marin di Galati (Romania)
DURATA SET:   28’, 24’, 28’, 23; tot  1h e 43’.
NOTE: 3.500 spettatori circa. Paok Thessaloniki: 3 muri, 3 ace, 13 errori in battuta, 9 errori azione, 47% in attacco, 34% (6%) in ricezione. Trentino Diatec: 13 muri, 2 ace, 22 errori in battuta, 7 errori azione, 50% in attacco, 54% (26%) in ricezione.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi