LEGGE SUI GIOCHI, INCONTRO ANCI PIEMONTE – ASTRO

La legge regionale sui giochi è stata al centro di un incontro questa mattina tra l’Associazione dei Comuni del Piemonte e Astro, la principale associazione di gestori di slot machine. Le parti hanno riconosciuto le difficoltà interpretative della norma da parte dei sindaci, cui mancano indicazioni dettagliate su temi come le mappature, i luoghi sensibili, le distanze.

All’incontro di questa mattina hanno partecipato i vertici di Anci Piemonte e per Astro il presidente Massimiliano Pucci, il presidente onorario Mario Negro e il responsabile dei rapporti con il territorio, Lorenzo Verona.

GIOCHI IN PIEMONTE, ASTRO: «REGIONE VALUTERÀ SOSPENSIONE DI ACCERTAMENTI E SANZIONI»

ROMA – Nessuna sospensione, almeno per il momento, per gli accertamenti e le sanzioni a carico di gestori ed esercenti slot che non rispettano il “distanziometro” previsto dalla legge regionale del Piemonte. Tuttavia, i legali della Regione discuteranno con l’Amministrazione l’opportunità di una moratoria in attesa delle verifiche del Tribunale di Torino. È quanto si legge in una nota di Astro dopo il rinvio al 17 gennaio dell’udienza sulla procedura di urgenza promossa dall’associazione di gestori contro la legge anti-ludopatia piemontese. In attesa del nuovo appuntamento giudiziario, il legale di Astro (e delle imprese iscritte all’associazione) ha evidenziato il danno e la potenziale irreparabilità delle eventuali sanzioni per gestori ed esercenti, il cui importo, si legge, «coincide con una percentuale del reddito medio annuo degli esercizi coinvolti, molto vicina al 100%». Astro ha dunque richiesto una moratoria, ovvero una sospensione delle attività di accertamento e irrogazione delle sanzioni. «Che la moratoria sia – da un punto di vista logico – un atteggiamento amministrativo consequenziale al livello di incertezza che impera sull’attuazione della legge regionale risulta altresì confermato dalle recenti dichiarazioni dell’Assessore Regionale Augusto Ferrari – continua la nota – Questi ha annunciato, proprio ieri, al Consiglio, l’emanazione imminente di una circolare esplicativa a mezzo della quale la Giunta definirà, tra l’altro, le modalità di calcolo delle distanze, ovvero il presupposto fondante della legge stessa, evidentemente non sufficientemente normate, a livello tecnico, dalla legge». Astro conclude sottolineando «che non è stata predisposta nessuna “sospensione” delle attività sanzionatorie, ma solo che i legali della Regione esporranno agli Uffici preposti di valutare l’opportunità di attendere l’esito delle verifiche giudiziarie in corso prima di operare sanzioni ulteriori rispetto a quelle già emesse»



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi