L’Europa del futuro rispetta la volontà popolare #IlMioVotoConta

ali-lussemburgo-euro-movimento-europa-m5s-agea.jpg

Il discorso di Laura Agea in occasione del dibattito sul futuro dell’Europa

Questa serie di dibattiti sul futuro dell’Europa rischia di diventare un’altra cosa: un dibattito sul passato, sui fallimenti e sugli errori che hanno portato l’Unione Europea a collassare. Se andiamo avanti così, se andrete avanti così, non ci sarà più nulla su cui dibattere. Una cosa è certa: il futuro dell’Europa dovrà essere molto diverso dal presente. Proprio in questi giorni un Paese fondatore, l’Italia, sta vivendo momenti drammatici.

Eravamo vicini alla realizzazione di un sogno, potremmo svegliarci in un incubo. Avremmo messo mano alle pensioni d’oro, tolto potere alle lobby, eliminato i privilegi. Messo al centro i cittadini. Ma questo non è stato possibile. Una manovra ben orchestrata di palazzo, con la complicità di molti, dalla finanza ai poteri forti, ha impedito la nascita del governo e proprio in queste ore lo starebbe sostituendo con un altro non votato, non eletto e che non avrà nemmeno la fiducia del Parlamento. Vi chiedo: è questa democrazia?

Tutto questo è avvenuto anche con la complicità dell’Unione Europea. Ci avete provato in tutti i modi e a tutti i livelli. Come non ricordare gli avvertimenti e le minacce dei Commissari europei? Che vergogna e che miseria. Ancora ieri, il Commissario Oettinger ha dichiarato a una tv tedesca che “i mercati insegneranno agli italiani come votare per la cosa giusta”, o una cosa simile. Avete capito bene. Siamo indignati e sconvolti. Non deve essere un Commissario tedesco a dire come gli italiani o altri cittadini europei devono votare! Né oggi né mai.

Lo ripeto, che vergogna e che miseria. Ma vedete, non siamo sorpresi, d’altronde questa Commissione europea ha fatto di tutto tranne gli interessi dei cittadini, come ben dimostra, Presidente Juncker, la sua storia. Ci avete fatto passare come moderni barbari dentro le mura di Roma, come quelli che vogliono distruggere l’Unione europea, uscire dall’Euro, affossare i mercati. No, non è così. Eppure, e mi rivolgo ai colleghi eurodeputati, il nostro lavoro qui a Strasburgo e a Bruxelles vi ha fatto capire chi siamo.

Ve lo diciamo chiaramente, ancora una volta. Non vogliamo distruggere né l’Unione Europea, né l’Euro, né i mercati. Il futuro dell’Europa è a rischio? Sì, e non per colpa nostra, ma per colpa di questo fallimentare presente che voi avete costruito. Vi imploro. Uscite da questi palazzi e ascoltate il grido dei cittadini. Non siate sordi. Tocca a voi fare i compiti a casa. Dove sono gli Eurobond, dove sono i trasferimenti fiscali tra i Paesi in surplus e quelli in deficit?

E il surplus inaccettabile sulle partite correnti di Germania e Olanda? E, approfitto della presenza del primo ministro del Lussemburgo Bettel, perché ci sono ancora paradisi fiscali nell’Eurozona? Il presente che non funziona è “ce lo chiede l’europa”. Il futuro dovrà essere: “ve lo chiedono i cittadini”. Il futuro sarà dell’Europa se rimetteremo in discussione quei trattati che la vedono soccombere, se ridiscutiamo l’austerità, la gestione folle dell’immigrazione, i grandi accordi commerciali che danneggiano i cittadini a favore delle multinazionali.

L’Europa del futuro non è quella che con una mano taglia le pensioni dei cittadini e con l’altra aumenta del 6% quelle delle istituzioni europee. L’Europa del futuro rispetta la volontà popolare, e non permette che il voto dei cittadini venga calpestato dalle agenzie di rating, dalle banche o dagli interessi particolari di qualche Stato.

Sì, è vero, avete vinto ancora voi. Oggi. Godetevi questi momenti. Coraggio liberisti, andate pure a festeggiare col ghigno e l’ignoranza dei primi della classe. Vedete, è questione solo di tempo e poi il governo del cambiamento nascerà in Italia. E poi ne nasceranno altri in tutta Europa. Ecco l’unico grande futuro che immaginiamo per l’Europa: il cambiamento. Non esiste altro. Non sappiamo più come dirvelo. Il cambiamento.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi