L’INSCATOLA SALMONI DEL QUÉBEC

l'inscatola salmoni del quebec - nella foto Lorenzo Bartoli

Le  avventure di R. Bonaparte, in fuga dalla sua vita per coronare un sogno.
Gradito ritorno quello di Lorenzo Bartoli al Tangram Teatro, protagonista sabato 5 e domenica 6 marzo di un brillante monologo dai toni ironici.

Un primo studio incentrato sulla figura di Renato, inetto e sognatore, intrappolato in una realtà da cui non riesce a liberarsi se non attraverso  l’immaginazione.

Un racconto visionario pieno di avventure e colpi di scena che riserva risate dal retrogusto amaro.

Di e con Lorenzo Bartoli

musiche e suoni originali di Massimiliano Bressan e Massimo Valerio

luci Dardo Gabriel Fernandez Franco

costumi Serena Racca

scena Manuela Savioli  

“E’ la stessa storia di sempre, dai tempi di Mosè. E un Bonaparte qualunque non può permettersi il lusso di scappare non appena si presenti l’occasione? Quando si gioca al ribasso i bassi cominciano a giocare, saprò cavarmela in Québec. Ammiro quelli che circondati dalla fuga non si fanno assalire, che restano sapendo lottare. Come te, Manuelinda, che non mi aspetti perché se tornassi mi ammazzeresti. Tremo sopra questo immenso mare freddo, come una r. Il tuo Erre.”

Il giovane Erre Bonaparte non vuole lavorare al ribasso, progetta di scappare in Québec. Lì farà fortuna, al freddo potrà diventare di ghiaccio. Ma perde il passaporto, così che Manuelinda deve prendersi così cura di lui da rimanerne incinta mentre Erre, costretto ora a lavorare al ribasso, continua a  progettare la sua fuga in Québec. Parte da solo con la promessa che tornerà a prendere lei e il bambino dopo aver inscatolato salmoni ben pagato per una stagione. Ma verrà irretito da un salmone che lo convincerà a tuffarsi e seguirlo, mangiando crostacei,  nuotando al largo e in superficie in acque dolci e salate,  affrontando orsi bruni spezzando reti, risalendo la corrente scodinzolando veloce, fino a procreare, farsi inscatolare, assistere ad un omicidio, non parlare e fuggire di nuovo, tornare in un posto sicuro.  A casa, dove Manuelinda  e il figlio con i  baffetti non lo aspettano perché da anni è scomparso, sparito sopra quell’immenso mare freddo, tremante.

Sabato 5 marzo ore 21.00

Domenica 6 marzo ore 19.00
Tangram Teatro   Via Don Orione 5 – Torino

intero € 15,00 | ridotto  € 12,00

Info e prenotazioni: torino@tangramteatro.it | 011.338698 | www.tangram teatro.it

Prevendite su vivaticket.it

QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO?
CONDIVIDILO SUI SOCIAL, VIA MAIL E WHATSAPP

Devi essere autenticato per inviare un commento Login

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.