LOMBARDIA, SCANDALO SANITA’: CODACONS SI COSTITUISCE PARTE OFFESA

LOMBARDIA, SCANDALO SANITA’: CODACONS SI COSTITUISCE PARTE OFFESA E LANCIA AZIONE RISARCITORIA IN FAVORE DEI CITTADINI DELLA REGIONE

UTENTI DELLA SANITA’ GRAVEMENTE DANNEGGIATI, POSSIBILE CHIEDERE IL RISARCIMENTO

Il Codacons si costituirà parte offesa nel procedimento aperto dalla Procura di Monza e relativo allo scandalo della sanità lombarda, che ha portato all’arresto di 21 persone tra imprenditori, personale amministrativo e politici. Non solo. L’associazione sta preparando anche una azione risarcitoria collettiva in favore dei cittadini della Lombardia, pesantemente danneggiati dai reati contestati dalla magistratura.

Le indagini della Procura hanno accertato un sistema corruttivo che aveva ripercussioni dirette sugli utenti della sanità lombarda, i quali venivano spremuti come limoni al fine di arricchire le tasche di imprenditori, funzionari e politici – spiega il Codacons – I comportamenti messi in atto nell’ambito dello scandalo sanitario riguardano e danneggiano i pazienti della Lombardia sotto molteplici aspetti: venivano ad esempio utilizzati materiali scadenti allo scopo di aumentare i profitti delle cliniche private, con conseguenti gravissimi rischi per la salute dei cittadini. Le liste d’attesa degli ospedali poi, vero e proprio tallone d’Achille della sanità pubblica, venivano artificialmente allungate, costringendo così gli utenti a usufruire di prestazioni a pagamento. Illeciti sarebbero stati commessi anche sul fronte dei ticket e delle prestazioni.

Tutti i cittadini della Lombardia in possesso della tessera sanitaria possono quindi partecipare all’azione risarcitoria collettiva del Codacons, e chiedere ai responsabili degli illeciti il risarcimento dei danni prodotti alla collettività – spiega l’associazione – Nelle prossime ore sul sito www.codacons.it sarà pubblicato il modulo attraverso il quale gli utenti possono aderire alla richiesta risarcitoria.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi