L’OTTIMO RISULTATO A SULMONA, CI CONFERMA CHE ANCHE IL PUNTO NASCITA DI ATRI SI POTEVA SALVARE

“Siamo soddisfatti di quanto appreso dalla stampa oggi e felici per il mantenimento del punto nascita a Sulmona. Sembra, infatti, che l’Assessore Paolucci abbia finalmente ammesso che chiudere i punti nascita in zone difficilmente raggiungibili sia stata una scelta sbagliata e che, anche se questi non raggiungono il numero dei 500 parti come previsto dal decreto Lorenzin, era ben chiara la possibilità in capo alla Regione di battersi per depennare alcuni punti nascita dalla tagliola Ministeriale. Una presa di coscienza tardiva, quella di Paolucci, ma come si suol dire, meglio tardi che mai. In ogni caso, al di là di letterine di facciata per placare gli animi dei cittadini, arriva la conferma definitiva su quanto ho sostenuto sin dall’inizio e cioè che la scelta di chiudere i punti nascita, ed in modo particolare quello di Atri, sia stata solo ed esclusivamente una scelta politica della maggioranza” ad affermarlo è il consigliere regionale Riccardo Mercante.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi