M5S Milano. Migranti: politiche dell’accoglienza compromesse, anche a Milano

“Cambiare tutto per non cambiare niente. Forse non tutti sanno che due giorni fa la Commissione Libertà Civili, Giustizia e Affari Interni del Parlamento europeo ha approvato la nuova riforma al trattato di Dublino con 43 voti a favore e i 16 contrari della rappresentanza M5S, Lega ed altri gruppi europei.

In sostanza l’Italia resta ancora Paese responsabile del primo approdo dei migranti per mezzo di una clausola del “principio di responsabilità permanente”. Alla faccia del senso di Comunità europea e di una giusta ripartizione che abbiamo sempre proposto, l’Italia rimane la gabbia già colma che volevamo scongiurare.

Non vediamo come Milano possa essere esente da questo fenomeno di sovraffollamento, che l’ha vista al centro dell’accoglienza e in totale stato di emergenza di questi ultimi due anni.

A maggior ragione adesso il gioco si complica per un voto a favore che nasce da politiche opportunistiche di Renzi e compagni di merenda accomunati da questa nuova corsa alle poltrone del 2018.

Alla luce di questa votazione, non possiamo più ritenere credibili gli esponenti del PD milanese che dichiarano di voler risolvere le problematiche legate all’immigrazione. E tantomeno possiamo tollerare i roboanti annunci degli esponenti di Forza Italia che denunciano le falle nella gestione dei flussi migratori. Un passo indietro che compromette definitivamente le politiche dell’accoglienza”, così il capogruppo M5S Simone Sollazzo.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi