M5S Senise: Analisi del voto Amministrative 2017

STEFANO

Trascorso qualche giorno dal voto amministrativo di domenica, da una approfondita analisi dei dati, l’unica forza politica che può affermare di aver “vinto” è il MoVimento 5 Stelle.

Infatti, confrontando i risultati di domenica 11 giugno scorso nelle principali città italiane con le amministrative 2012, vediamo che il M5S non ha ottenuto una disfatta come è dipinto dai principali media nazionali bensì è sostanzialmente in un ciclo di crescita quasi ovunque.

Se ci concentriamo sulla Basilicata, il M5S ha ottenuto i seguenti risultati: Senise, 1077 voti (24,24%); Marsico Nuovo, 1510 voti (17,64%); Grassano, 824 (26,04%); Palazzo San Gervasio, 249 voti (8,88%); e Policoro 480 voti (4,47%).

Questo quadro disegna uno scenario in cui il M5S si è affermato con forza in 3 comuni su 5 (sui 2 dove è andato meno bene ci sono state vicende interne locali che hanno condizionato il risultato).

A Senise le 1077 preferenze ottenute dai candidati alla prima esperienza politica, hanno permesso di portare in consiglio comunale 2 consiglieri pentastellati sui 4 totali di opposizione.

Non avendo dati per le precedenti elezioni comunali, l’evento più significativo è che in termini indicativi il M5S di Senise ha più che raddoppiato le 468 preferenze ottenute alle ultime elezioni Europee, mentre in termini assoluti sono stati staccati di 409 voti dalla lista dell’Amministrazione uscente, che nel 2012 ottenne 2419 preferenze, contro le 1486 ottenute adesso, se pur in compagini diverse.

Anche la lista vincente, Senise Bene Comune, e il PD non hanno molto da esultare, pur riconoscendone l’abilità di aver compiuto un’alleanza con le forze del centro sinistra; infatti, esaminando le preferenze del singolo candidato sulla somma totale dei voti di preferenze (per questa lista pari a 2928), viene fuori che i due candidati del “movimento c’entro anch’io” hanno preso il 14,8% delle preferenze di lista pari a 279 voti, Sinistra per Senise 5,6% con peso 105 voti sulla lista, Uniti per Senise 7,1% con 134 voti pesati sulla lista e infine IDV con 11,6% con 217 voti di peso sui totali di lista. Questo si traduce nel dato seguente, ossia il PD ha apportato 1146 voti di lista sul totale di 1879, pertanto il suo peso politico a Senise, è di appena 69 voti in più rispetto alla lista M5S.

Sempre in funzione delle preferenze ottenute, si potrebbe tranquillamente affermare che un numero tra le 350 e le 400 preferenze sono dipendenti da “cause esterne” al PD e che potrebbero, nel futuro, essere di ausilio all’elettorato dell’attuale opposizione.

I dati presentati mostrano a grandi linee che mentre i vecchi partiti avranno difficoltà ad accertare la reale entità delle loro preferenze, un dato solo è incontrovertibile e sono le preferenze del M5S pari a 1077 voti, che nei fatti identificano il Movimento, come principale forza nella scena politica locale.

In conclusione, il MoVimento 5 Stelle irrompe nella politica senisese e si appresta a fare una opposizione critica e costruttiva per il bene della comunità, ma il dato più evidente è che diventa punto di riferimento politico nelle roccaforti del PD e di quelle forze politiche che hanno da sempre diviso la comunità di Senise.

Movimento 5 Stelle – Senise 

QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO?
CONDIVIDILO SUI SOCIAL, VIA MAIL E WHATSAPP

Devi essere autenticato per inviare un commento Login

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.