Mai più fascismi, mai più razzismo

Il 24 febbraio, a Roma, l’Italia democratica scende in piazza contro fascismo, razzismo e xenofobia. Un appuntamento che assume sempre più rilievo man mano che passano i giorni e che i rigurgiti di un’ideologia che qualcuno a torto aveva giudicato defunta si fanno sempre più frequenti e inquietanti: aggressioni, minacce, slogan irripetibili. Su questi temi è intervenuta Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, intervistata da RadioArticolo1.

Purtroppo, commenta la sindacalista, “gli effetti di una globalizzazione non governata, non pensata e lasciata alla logica della pura libera circolazione dei capitali e delle merci – senza nessuna preoccupazione per il lavoro e per le condizioni delle persone – ha generato diseguaglianze anche in luoghi dove le diseguaglianze si erano progressivamente ridotte, a partire dalla nostra Europa. Le mancate risposte hanno prodotto un senso di solitudine diffuso, la sensazione di stare sempre peggio, di non trovare interlocutori”. Questo spiega perché in troppi danno retta a chi urla e “agita” risposte che magari “appaiono rassicuranti, ma che agiscono in realtà sulle paure, colpevolizzando chi sta peggio. Purtroppo questi fenomeni non sono passeggeri, perché da un lato mancano risposte adeguate e dall’altro si continua ad agire su quelle insicurezze che alimentano, appunto, le paure”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi