Marazziti (Des): Ius soli, si perde appuntamento con la Storia delle destre

IUS SOLI, Marazziti, presidente Commissioner Affari Socuali della Camera : “L’abbiamo approvata 800 giorni fa assieme al Centrodestra di Alfano e Lupi che chiesero di limitare la legge alla cittadinanza de minori per una approvazione letterale del testo della Camera. Senza cambiamenti. Accettammo, PD, la relatrice Fabbri e il sottoscritto, il cui testo di legge, contenente lo ius soli temperato e lo ius culturae e’ vonfluito in quello finale. Ad eccezione della riforma della cittadinanza degli adulti.
5Stelle alla Camera aveva un testo simile ma votarono contro per ordini dall’alto. Poi si sono arrampicati sugli specchi dicendo che ‘bisogna aspettare l’Europa’ quando, ovviamente, la cittadinanza e’ prettamente materia nazionale, e con i profughi e rifugiati non c’entra niente. Calderoli e Lega gongolano, in manurra vergognosa, da prima di Natale, con un’altra motivazione falsa, quella per cui la legge andava approvata per guadagnare ‘un milione di voti in vista delle elezioni : di chi? Di bambini? Di minorenni? Visto che si tratta di una legge che non riguarda gli adulti e non ha ricadute sugli adulti. Ma crea integrazione e piu’ sicurezza, rivolta a chi e’ definitivamente in Italia, figli di immigrati stabilizzati con permesso di lungo soggiorno europeo, che nascono e studiano in Italia.
E’ penoso perdere un appuntamento storico, costruito per 15 anni, perche’ non si e’ costruito un racconto semplice e vero: la legge che destre, Lega, M5S non vogliono non e’ quella che e’ stata approvata alla Camera. E’ una legge inventata per speculare sulle paure e sui malumori, ma che non esiste. Non esiste la legge che da’ automaticamente la cittadinanza, che attraverso quella dei bambini la da’ poi ai genitori, che crea italiani dai bambini profughi che arrivano oggi in Italia, che fa diventare l’Italia una sala parto per mogli di terroristi e futuri terroristi, come con propaganda volgare l’hanno descritta questi predicatori dell’odio: essi stanno da un’altra parte rispetto a un pensiero e a una prassi che senza eccezioni ai massimi livelli tutte le voci dei responsabili cattolici hanno espresso.
Un voto di fine legislatura sulla legge al Senato sarebbe una occasione per fare chiarezza. E per vedere chi e’ contro e chi e’ a favore. Spero che il presidente Mattarella ci aiuti a fare chiarezza e a non perdere questa occasione.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi