MAXIEMENDAMENTO DELLA GIUNTA PER RAZIONALIZZARE SPESA

FORCOLIN: RECUPERATE RISORSE PER DARE RISPOSTE A ESIGENZE SOCIALI, OCCUPAZIONALI E DI SICUREZZA DEL TERRITORIO
Al progetto di legge n. 11 per la razionalizzazione della spesa regionale, di cui è primo firmatario il presidente della Regione Luca Zaia, si affianca un corposo emendamento della giunta regionale che è stato presentato oggi a Palazzo Ferro Fini alla prima commissione consiliare, riunita sotto la presidenza di Marino Finozzi, dal vicepresidente e assessore al bilancio Gianluca Forcolin. La manovra emendativa, oltre ad abrogare 23 articoli delle legge di stabilità regionale per l’esercizio 2015, comporterà un ridimensionamento della spesa per quasi cento milioni di euro, di cui due terzi relativi alla spesa corrente e un terzo circa in conto investimenti, e una rimodulazione delle risorse.
Il vicepresidente Forcolin ha spiegato che il maximendamento proposto dalla giunta regionale prevede due importanti novità. La prima è l’istituzione di un fondo di 20 milioni per le calamità naturali, con l’obiettivo di poter attuare un programma di interventi per la sicurezza e la difesa del suolo, senza dover sempre inseguire le emergenze, la seconda è l’istituzione di una nuova linea di spesa per circa 11 milioni di euro per il finanziamento delle deleghe delle Province, che va a completare il fabbisogno complessivo per le funzioni conferite alle amministrazioni provinciali in base alla cosiddetta Riforma Delrio. L’importo va ad aggiungersi infatti ai 17 milioni di euro già previsti a bilancio, portando il totale a oltre 28 milioni di euro per coprire il fabbisogno in termini di spesa per il personale. Questa previsione – ha detto Forcolin – trova corrispondenza con il disegno di legge per il riordino delle funzioni amministrative delle Province, che sarà presentato al Consiglio regionale per essere approvato entro il 31 ottobre.
“La logica con cui è stato proposto questo emendamento, fortemente voluto dal presidente Zaia – ha concluso Forcolin – è di cancellare alcuni capitoli di spesa della legge di stabilità 2015, che erano stati previsti con modalità discutibili nelle tornate conclusive della passata legislatura, e soprattutto di rimodulare le risorse resesi così disponibili per dare anche risposta concreta sia in termini politici, sia finanziari a esigenze sociali e occupazionali” . Con l’emendamento infatti vengono integrate con ulteriori 3 milioni le risorse da destinare ai lavoratori forestali per le attività di difesa idrogeologica e boschiva di quest’anno e vengono assicurati i 6 milioni di euro necessari all’attività a favore delle persone affette da disabilità sensoriali, gestita dalle Province.
Il presidente Finozzi ha sostenuto l’emendamento al pdl, assicurandone l’immediata trasmissione all’aula.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi