Nascono le prime creazioni tridimensionali in merletto ad opera di Davide Bressanello della ditta Dalla Lidia Merletti d’Arte

L’antica e pregiata arte di Burano non solo esiste, ma si rinnova.

Confcommercio Ascom Venezia sostiene il rilancio e la valorizzazione di questa tradizione secolare

“Oggi vi abbiamo invitato per parlare del merletto di Burano perchè riteniamo come Ascom – ha introdotto la conferenza stampa il vicepresidente vicario Marco Francalli – sia giusto sostenere e valorizzare quanto sta accadendo in isola.

La produzione è viva e c’è la volontà da parte di molte aziende di rinnovarsi per rilanciare sul mercato questo prodotto con soluzioni e forme artistiche originali e innovative. “
Attualmente sono ben 120 le merlettaie dell’isola e una decina i negozi che vendono circa 5000 pezzi di Burano originale. Ma come in tutte le arti bisogna reinventarsi e la produzione dell’isola deve offrire prodotti sempre più diversificati e inediti.
A spiegare quale sia l’attuale situazione e le iniziative in corso Turiddo Pugliese, vicepresidente del Consorzio Venezia Nativa, una società cooperativa consortile nata nel 2012 allo scopo di promuovere il territorio di Murano, Mazzorbo e Torcello e le eccellenze in esso presenti.

“Ci vuole una vera politica di tutela del merletto. Abbiamo avviato un processo per arrivare ad una certificazione ed è necessario che la merlettaia venga riconosciuta nella sua specificità di maestra del merletto. Per invogliare a fare questo mestiere bisogna investire nella formazione e stiamo cercando degli sponsor, ma oggi assieme ad Ascom Venezia lanciamo anche un appello alle istituzioni per reperire fondi a sostegno di un progetto: la realizzazione di un censimento e quindi di un albo delle merlettaie e uno studio per l’individuazione di opportunità legislative che favoriscano il rilancio della produzione dell’isola.”
Sono state quindi presentate le novità da Davide Bressanello,presidente del Consorzio Venezia Nativa ma anche titolare della più vecchia bottega dell’isola, Dalla Lidia Merletti d’arte, e fautore della prima scultura in merletto Burano: un bellissimo delfino tridimensionale. Un’idea innovativa cui hanno fatto seguito altre come quella di una gondola con ferro in oro 24k e un busto di donna.

“L’idea di fare una scultura con il merletto di Burano è proprio per portare quest’arte ad un livello superiore. Non più solo tovaglie, ma oggetti di valore artistico da esporre.”

Oppure l’introduzione di inserti di merletto su capi di abbigliamento, nell’oggettistica o come preziosi accessori delle scarpe couture create da Giorgia Caovilla con la quale ha avviato una collaborazione.

“Ho accettato subito questa collaborazione con Bressanello perchè abbiamo lo stesso obiettivo, trasmettere la passione e la tradizione nei prodotti, un valore intrinseco che i cinesi non potranno mai copiarci. E perché no, mi piace che questa espressione d’arte possa essere anche un po’ fashion.”
Pienamente d’accordo nel voler rendere il merletto un tema contemporaneo anche la responsabile del Museo del Merletto Chiara Squarcina.

“Il Museo del Merletto è non solo coinvolto per il riconoscimento dall’Unesco del merletto come patrimonio immateriale dell’umanità, ma anche in una serie di iniziative – come la Biennale del Merletto 2016 – volte a sdoganare il concetto che il merletto è antico e difficile da usare, può essere usato anche tutti i giorni come elemento di eleganza, qualità che tutti ci riconoscono nel mondo.”
Nicoletta Bozzato, vice direttore Ascom Venezia, ha quindi concluso la conferenza, ribadendo la volontà dell’associazione di creare una rete tra tutti i soggetti coinvolti nella promozione dell’arte del merletto e di fare da tramite con le istituzioni.
La ditta Dalla Lidia Merletti d’Arte
La ditta Dalla Lidia Merletti d’Arte, Davide Bressanello, ha origine con la bisnonna Erminia Costantini detta “Mora Boccolo”, che negli anni trenta dirigeva un’importante scuola di merletti.

Al ritorno dalla guerra, il figlio Mario Bressanello detto “Boccolo”, sposò la fidanzata di sempre, Lidia Vio detta “Battelétto” e decise di portare avanti il lavoro della madre. Il “Boccolo” inserì anche nuove merlettaie alla scuola di famiglia e cominciò a realizzare lui stesso i disegni dei merletti. Decise quindi di aprire di fatto il primo negozio di merletti di Burano in isola che chiamò con il nome di “Dalla Lidia Merletti d’Arte” in onore della sua amata.

Dagli anni 2000, affianca Paola e Luigi Bressanello, anche il figlio Davide detto “Leon”. Prende così vita uno sviluppo in chiave moderna con disegni innovativi, punti nuovi, l’utilizzo di altri fili, incluso filo in oro 24k;

Confcommercio Ascom Venezia
Elena Magro



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi