No ai nuovi voucher e allo schiaffo alla democrazia: sabato 17 giugno in migliaia dall’Umbria

ROMA – Sono già circa 2000 gli umbri che sabato 17 giugno hanno deciso di raggiungere Roma per partecipare alla manifestazione nazionale organizzata dalla Cgil contro i nuovi voucher. Una manifestazione fortemente voluta dal sindacato e dai lavoratori per chiedere il rispetto della Costituzione e di quei milioni di persone che con la propria firma avevano chiesto e ottenuto un referendum popolare per l’abrogazione dei “buoni” e che ora si sentono presi in giro da una maggioranza e da un governo che, dopo aver fatto saltare la consultazione popolare (si sarebbe dovuto votare lo scorso 28 maggio), reintroduce con un emendamento alla manovra finanziaria questo strumento di sfruttamento estremo del lavoro.
Per consentire la massima partecipazione alla manifestazione, la Cgil dell’Umbria ha predisposto pullman che partiranno da tutta la regione (è ancora possibile prenotarsi presso tutte le Camere del Lavoro): San Giustino, Città di Castello, Magione, Passignano, Gubbio, Gualdo Tadino, Bastia Umbra, Marsciano, Perugia, Foligno e Terni.
La Cgil lancia un appello “a tutti i cittadini, ai lavoratori, ai pensionati ed a tutte le Associazioni democratiche affinché partecipino alla manifestazione nazionale del 17 giugno, per il rispetto dell’art. 75 della Costituzione, per difendere la democrazia e il diritto dei cittadini a decidere, per contrastare la precarietà, per un lavoro dignitoso tutelato e col pieno riconoscimento dei diritti”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi