Nove ragazzi per un anno di Servizio Civile al Comune di Cuneo

Cuneo –  Nove ragazzi tra i 18 e i 28 anni hanno iniziato il loro percorso di Servizio Civile Nazionale che svolgeranno per 12 mesi al Comune di Cuneo, impegnati in tre diversi progetti: uno al Parco fluviale Gesso e Stura, uno alla Biblioteca Civica ed uno al Museo Civico.

Al Parco fluviale Gesso e Stura, gestito dal Settore Ambiente e Territorio del Comune, sono arrivati Davide Bisogno, Alessandro Maestro, Stefano Negro e Eleonora Operti, che faranno esperienza diretta della complessa attività di gestione di un’area protetta e del suo centro di educazione ambientale, nell’ambito del progetto “Benvenuti al Parco! Nuovi servizi ai visitatori”. L’attività svolta dai volontari farà infatti base alla Casa del Fiume, ma si svolgerà, come sempre, su tutto il territorio del Parco fluviale. In particolare il progetto sarà incentrato sui servizi offerti ai fruitori della Casa del Fiume, con l’obiettivo di aumentare il coinvolgimento e la soddisfazione di un pubblico il più possibile ampio e differenziato, che va dal cittadino di varie fasce di età al turista di diversa provenienza. Inoltre, particolare attenzione verrà data al potenziamento delle attività di educazione ambientale, di animazione e dei servizi offerti al pubblico e alla promozione e comunicazione. Questo senza naturalmente trascurare quelli che da sempre sono ambiti di azione fondamentali per l’area protetta, vale a dire la ricerca scientifica e la gestione del territorio, intesa come potenziamento dell’accessibilità e fruibilità.

“Biblioteca passo dopo passo”, il nuovo progetto di servizio civile della Biblioteca civica, porterà Gabriele Ceresa, Martina Manzone e Arianna Mattio a conoscere dall’interno il funzionamento di una biblioteca di pubblica lettura di medie dimensioni. Il progetto si sviluppa sulle due sedi della Biblioteca: la Biblioteca civica di via Cacciatori delle Alpi e la Biblioteca 0-18 di via Santa Croce. “Biblioteca passo dopo passo” intende favorire la percezione della Biblioteca come servizio unitario tramite azioni che facilitino il passaggio del lettore bambino e poi adolescente alla Biblioteca Adulti soprattutto ora che la città mette a disposizione di bambini, ragazzi e giovani adulti una struttura nuova, studiata per le esigenze di ognuno con spazi ampi, arredi mirati e servizi ad hoc. Sarà necessario implementare un buon programma di visite guidate per le scuole di ogni ordine e grado proponendo agli adolescenti un percorso trasversale che comprenda entrambe le sedi. Si vuole, in particolare, mettere in atto un’azione mirata facendo percepire alla fascia 14-18 tutta la gamma dei servizi bibliotecari che la città offre loro.

Questo naturalmente lavorando nell’ottica di un miglioramento dei servizi di biblioteca a tutti i livelli: prestito e reference service, svecchiamento e ordinamento delle raccolte, potenziamento della piattaforma Medialibrary online per il prestito digitale.

Arianna, Gabriele e Martina saranno coinvolti nelle attività di promozione della lettura organizzate dalla Biblioteca, nelle manifestazioni culturali e in tutte le attività che, da anni, la Biblioteca porta avanti cercando dare il proprio contributo alle proposte culturali del territorio.

Per la sesta volta consecutiva anche il Museo Civico ha ottenuto il finanziamento per un progetto di Servizio Civile Nazionale. Un risultato confortante, che ha permesso l’avvio di “Target 0-6: perché sì al Museo”, con il nuovo coinvolgimento di Luca Alessio e di Andrea Ribuffo. I due volontari impegnati quest’anno lavoreranno, nello specifico, sul pubblico dei neonati e bambini di età compresa fra 0 e 6 anni con i loro neogenitori.

L’obiettivo cardine del progetto, infatti, è quello di connotare l’esperienza di visita al museo per una neofamiglia, in cui siano presenti uno o più neonati, secondo i requisiti di base della fattibilità in sicurezza, dal punto di vista dell’accessibilità degli spazi e della disponibilità di servizi specifici; e della piacevolezza, attraverso percorsi e attività “su misura”, ossia mirate al nuovo target di pubblico da raggiungere. La strategia che verrà messa in atto per raggiungere l’obiettivo punterà sulla componente dinamica e “giovane” dei volontari SCN in servizio al museo, coinvolgendoli nel ruolo di mediatori fra i vari progetti in atto per il pubblico 0-6 e come collaboratori attivi nelle diverse iniziative specifiche per il “pubblico 0-6 con genitori al seguito”.

Come previsto a livello nazionale i volontari presteranno servizio per un anno, 30 ore settimanali a fianco del personale comunale, contribuendo così a potenziare servizi e attività già esistenti e a sviluppare nuove idee e progetti. I ragazzi ricevono, per il loro servizio, un rimborso spese mensile finanziato direttamente dal Ministero delle Politiche Giovanili.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi