Nuovo maxi incendio di rifiuti in Campania, altro disastro ambientale

Non è più tollerabile il sistema che brucia rifiuti in maniera sistematica e strategicamente criminale, commenta Piernazario Antelmi, Delegato del WWF Campania. In Regione Campania facciamo una buona raccolta differenziata ma questi rifiuti, spesso dall’elevato potere calorifico vengono “parcheggiati” in attesa di vendita. Se la Cina (ad esempio) chiude l’importazione ed i piazzali sono stracolmi il cocktail esplosivo è pronto. Le balle arrivano vicino ai recinti esterni e basta poco ad appiccare il fuoco, in un gioco economico tanto perverso quanto criminale.
Ecco cosa sta succedendo in Campania e non solo.
“Ora il WWF chiede provvedimenti urgenti per il contenimento del disastro Ambientale – ha detto Alessandro Gatto, coordinatore regionale della vigilanza ambientale del WWF Campania – e soprattutto per la prevenzione. Non si può stare a guardare la rovina del territorio. Chiediamo ora uno screening accurato e trasparente sulle matrici ambientali (aria, acqua e suolo) ed un controllo sanitario obbligatorio. Chiediamo, inoltre, indagini della magistratura immediate e siamo pronti (come sempre) a costituirci parte civile nel processo. Non puo’ essere una casualità. Vi è una regia ecocriminale dietro tutto questo”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi