OK CASSAZIONE PER REFERENDUM SU TRIVELLAZIONI

È arrivato il sì della Cassazione ai referendum che chiedono l’abrogazione di un articolo dello Sblocca Italia e di cinque articoli del decreto Sviluppo che si riferiscono alle procedure per le trivellazioni. Su cinque articoli oggetto dei quesiti referendari presentati manca ancora la decisione della Consulta che si pronuncerà da gennaio ad aprile, ultima tappa per arrivare al referendum vero e proprio.
Una notizia che tocca da vicino anche la Liguria. Soddisfazione arriva dal MoVimento 5 Stelle e da Rete a Sinistra. “Per noi contrastare le trivellazioni che Renzi pretende di imporre con una legge incostituzionale come è lo Sblocca Italia – spiegano Gabriele Pisani (M5S) e Gianni Pastorino (RaS) – significa portare avanti con massima coerenza e fino in fondo una politica che punti al risparmio energetico e che sia sostenibile e rispettosa dell’ambiente e di chi lo abita, senza tentennamenti”.

“Chiediamo inoltre – aggiungono Pisani e Pastorino – che, oltre al divieto di trivellazioni entro le 12 miglia dalla costa, siano ripristinati i poteri delle Regioni e degli enti locali, mettendo, inoltre, i cittadini al riparo dalla limitazione del loro diritto di proprietà, con riferimento a un articolo dello Sblocca Italia che prevede una concessione di 12 anni alle società estrattrici per la ricerca sui terreni privati”.

MoVimento 5 Stelle Liguria

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi