OK DI BOLZANO A STUDIO FATTIBILITA’ COLLEGAMENTO FERROVIARIO CADORE-PUSTERIA

ZAIA, “PARTITI PUNTUALI E UNITI, PER UN TRENO L’AVVIO MIGLIORE”

“Siamo partiti con unità d’intenti e con grande puntualità. Un bell’avvio per un treno e una linea ferroviaria che potranno cambiare e migliorare sotto molti punti di vista la vita delle genti di montagna”.

Lo sottolinea il Presidente del Veneto Luca Zaia, apprendendo “con soddisfazione e con tutto l’impegno a proseguire su questa strada”, che la Giunta Provinciale di Bolzano ha approvato oggi il Protocollo d’Intesa con la Regione per la realizzazione di uno studio di fattibilità volto a realizzare un nuovo collegamento ferroviario tra il Cadore e la Pusteria.

Lo stesso protocollo, che ora andrà firmato tra i Presidenti Zaia e Kompatscher, era stato approvato dalla Giunta regionale del Veneto il 10 novembre scorso.

“Per le Dolomiti si apre un nuovo capitolo infrastrutturale – dice Zaia – insieme alla nuova gara per l’affidamento del servizio ferroviario regionale, nel cui ambito ricaveremo un apposito lotto dedicato al bellunese per la realizzazione di quello che mi piace definire ‘il treno delle Dolomiti’, un mix tutto nuovo tra fascino turistico, utilità per viaggiatori e pendolari, infrastrutturazione rispettosa dell’ambiente”.

“Con la progettazione di questa nuova infrastruttura – conclude il Governatore del Veneto – puntiamo anche a connettere strettamente le nostre montagne con tutti i corridoi infrastrutturali europei. Quello tra il bellunese e l’Alto Adige è un collegamento del quale si sentiva ormai l’assoluta necessità”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi