ONDATA DI CRIMINI A BELLUNO: ZAIA, SEGNALE PREOCCUPANTE DA CITTA’ STORICAMENTE TRANQUILLA.

ONDATA DI CRIMINI A BELLUNO: ZAIA, “SEGNALE PREOCCUPANTE DA CITTA’ STORICAMENTE TRANQUILLA. URGENTI PIU’ FORZE DELL’ORDINE E L’ESERCITO IN STRADA MA GOVERNO E VIMINALE LATITANO”

“Belluno ha oggi la sgraditissima palma del territorio veneto più assalito dalla criminalità, ed è un segnale estremamente preoccupante, perché parliamo di un’area dove, fino a pochi anni fa, ci si poteva anche permettere di non mettere troppi lucchetti alla porta di casa. Non è più così: è arrivato ancora uno schiaffo della malavita, che ricevono stavolta i bellunesi, ma che giro senza indugi all’impero romano, distratto e assente, e a un Ministro dell’Interno che non riesce ad andare oltre le facce truci nelle trasmissioni televisive dove quasi ogni giorno giura tolleranza zero, puntualmente seguita da zero azioni concrete”.
Con queste parole, e “senza la benchè minima soddisfazione per il fallimento di un avversari politico, ma con profonda amarezza e preoccupazione”, il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia commenta l’ondata di criminalità che sta colpendo Belluno e il Bellunese, con undici furti portati a termine in una sola notte tra lunedì e martedì, e altri sei fortunatamente sventati.
“E’ una situazione eccezionale – aggiunge Zaia – alla quale va data una risposta eccezionale, con un potente rafforzamento di uomini e mezzi per le Forze dell’Ordine e lo schieramento dell’Esercito sul territorio a far da deterrente, perché non c’è di meglio che la vista di una divisa e di un lampeggiatore acceso per far capire a un delinquente che è il caso di lasciar perdere”.
“Tralascio – conclude Zaia – di elencare l’altra ventina di fattacci di cui oggi ci informano i media di tutto il Veneto. Quello che è accaduto a Belluno costituisce un segnale d’allarme più che sufficiente per tutti coloro che hanno a cuore il bene dei cittadini. Purtroppo tra questi non ci sono il Governo, il Viminale, le Istituzioni nazionali che, uniche perché la Regione non può, hanno le competenze per intervenire”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi