PARCO FRANCA RAME, FORZA ITALIA: “SCELTA DIVISIVA E NON VOLUTA DAI CITTADINI”

La Sinistra intitola un giardino nel Quartiere Adriano a Franca Rame, una scelta inopportuna (e senza il consenso dei cittadini) che divide

“Purtroppo siamo sempre di fronte alla solita Sinistra ex, post, neocomunista che intitola un parco A FRANCA RAME (delibera di Giunta) in zona 2, e precisamente nel quartiere Adriano, infischiandosene di un sondaggio (online) voluto dai comitati di quartiere  e svoltosi qualche mese addietro, nel quale primeggiarono le denominazioni “Parco Marelli” e “Parco Raimondo e Vianello”. Una scelta chiaramente non voluta dai cittadini e fortemente divisiva, anche diseducativa, ricordando il passato di Franca Rame.                                                                                                                  

I morti rimangono morti e il rispetto glielo si deve sempre e comunque, ma è opportuno ricordare anche le battaglie fatte dalla Rame e Dario Fo negli anni ’70  apertamente dalla parte dei membri delle Br e il linciaggio mediatico a cui sottoposero il Commissario Calabresi. E non dimentichiamo il sostegno ad Achille Lollo, responsabile della strage di Primavalle E’ il simbolo di una memoria che divide e che riporta alla mente fatti e misfatti di una certa intellighenzia di sinistra che ha sempre operato per dividere” è quanto dichiarano Silvia Sardone (responsabile regionale della sicurezza di Forza Italia) e Marzio Nava (capo gruppo di Forza Italia in zona 2).



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi