“Pensioni dignitose per gli agricoltori italiani”, il 7 luglio a Torino l’iniziativa di Cia e Inac

Gli assegni pensionistici per i lavoratori della terra sono i più bassi d’Europa e frenano il ricambio generazionale. I lavori al Consiglio Regionale del Piemonte con Damiano, Ferrero, Scanavino, Barile e Perinetto.   – “Pensioni dignitose per gli agricoltori italiani”. Questo lo slogan dell’iniziativa che la Cia-Agricoltori Italiani organizza con il suo Patronato, l’Inac,  venerdì 7 luglio a Torino, nella Sala Viglione del Consiglio regionale del Piemonte, alle ore 10:15.

Gli assegni pensionistici italiani per chi ha lavorato nei campi sono i più bassi d’Europa, con una media largamente al di sotto dei 500 euro al mese. Una situazione che molto spesso spinge i produttori a continuare l’attività, frenando il turn-over in agricoltura.

Il convegno di Cia e Inac nasce proprio dall’esigenza di trovare soluzioni al progressivo impoverimento delle pensioni di Coltivatori diretti e Imprenditori agricoli professionali, ma anche per discutere di ricambio generazionale e mobilità fondiaria.

I lavori saranno aperti da Lodovico Actis Perinetto, presidente Cia Piemonte. Interverranno Antonio Barile, presidente Patronato Inac e responsabile Politiche sociali Cia; Giorgio Ferrero, assessore regionale all’Agricoltura; Cesare Damiano, presidente commissione Lavoro della Camera; Giuseppe Baldino, direttore Inps Piemonte. Le conclusioni saranno affidate al presidente nazionale della Cia, Dino Scanavino.     



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi