Terremoto 6.7 tra Grecia e Turchia, 2 morti e circa 200 feriti

La forte scossa di terremoto che stanotte ha fatto tremare la Grecia e in parte la Turchia, di magnitudo 6.7, ha causato la morte di almeno due persone a Kos e il ferimento di circa 200 persone in totale, colpendo le isole greche del Sud-Est del Mar Egeo, in piena stagione turistica, tra le quali Rodi, e la costa turca, specialmente Budrum, che conta un’ottantina di feriti. Le due vittime sono due turisti: uno di nazionalità turca e uno svedese.

L’istituto geologico americano ha localizzato l’epicentro a circa 10,3 chilometri a Sud della città turca di Bodrum e a 16,2 chilometri a Est dell’isola greca di Kos, a 10 chilometri di profondità, dove i feriti sono 120.

“Abbiamo due morti e dei feriti”, ha detto alla France presse un responsabile dell’ospedale dell’isola di Kos, raccontando di un “tetto di un edificio crollato”. Secondo i vigili del fuoco, si tratta del tetto di un bar situato nel centro della città. Le due vittime erano “stranieri”, ha detto il sindaco di Kos, Georges Kyritsis, a radio Skai. Per il ministro della Marina mercantile greco, Nektarios Santorinios, il numero dei feriti è “120”.

I terremoti sono frequenti in Grecia e al largo della costa occidentale della Turchia: il 12 giugno scorso, una donna è morta e altre 15 persone sono rimaste ferite a causa del sisma di magnitudo 6.3 che ha colpito l’isola di Lesbo, nel Nord del Mar Egeo, e che era stato avvertito sia ad Atene che a Istanbul.

 

 



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi