POLITICHE GIOVANILI. QUATTRO GIORNI D’INCONTRI CON GLI ARTISTI DEL BJCEM

Alla Fabbrica del Vapore, fino a venerdì 16 dicembre, la presentazione dei nuovi talenti della Biennale dell’Europa e del Mediterraneo

Milano – Da Milano a Tirana, per scoprire i giovani talenti che promettono di essere i nuovi protagonisti della scena creativa europea. Fino a venerdì 16 dicembre, l’appuntamento per tutti gli amanti dell’arte è alla Fabbrica del Vapore, con una quattro giorni di incontri ed eventi per presentare al pubblico la diciottesima edizione della Biennale Mediterranea 18 Young Artists, che si terrà in Albania, a Tirana e Durazzo, dal 4 al 9 maggio 2017. Un’occasione preziosa per conoscere il network internazionale BJCEM-Biennale des jeunes créateurs de l’Europe et de la Méditerranée, impegnato da oltre vent’anni nella promozione e valorizzazione del dialogo interculturale e della ricerca artistica contemporanea nei diversi linguaggi espressivi, per offrire sostegno alla creatività giovanile, alla mobilità e all’incontro tra i giovani artisti delle diverse sponde del Mediterraneo.

“La presentazione dei percorsi artistici del Bjcem – afferma la vicesindaco e assessore all’Educazione e Politiche giovanili, Anna Scavuzzo – è un appuntamento particolarmente importante per Fabbrica del Vapore che, ospitando un evento di respiro internazionale che porterà a Milano oltre trenta artisti e curatori da oltre 15 paesi dell’area mediterranea, si conferma un polo creativo di scambio e di confronto per i giovani. Saranno proprio queste sue caratteristiche di apertura artistica e culturale a spingere il rilancio di uno dei luoghi più belli di Milano”.

Saranno gli stessi artisti a presentare con seminari, dibattiti e lectures i progetti che li hanno visti protagonisti nel corso di interventi che esploreranno esperienze in campo video (Come un mare fuor d’acqua #1 e #2 progetto realizzato fra Milano e Bruxelles), fotografico (Mediterranea Youth Photo un percorso di residenze per tre fotografi fra Portogallo, Francia e Italia), di ricerca e studio per giovani curatori fra San Marino, Montenegro, Kosovo e Malta (A Natural Oasis?). Saranno esplorati anche i risultati di La Ville Ouverte / Mediterranean Landscapes, un programma di residenze internazionali fra Italia e Slovenia per cinque artisti che hanno lavorato sul rapporto tra immaginario collettivo e sul vissuto dello spazio pubblico nell’area del Mediterraneo; Sulcis Hub, una residenza in Sardegna, nel borgo di Tratalias, in cui otto artisti provenienti da Portogallo, Spagna, USA, UK, Italia, Turchia e Marocco hanno potuto realizzare produzioni locali in collaborazione con artigiani locali; Motel Trogir “The East is West of the West”, una residenza per cinque artisti da Croazia, Ukraina, Serbia, Austria e Grecia che hanno lavorato sulla tutela e rivalutazione del patrimonio architettonico della Jugoslavia socialista. 

Tra i molti eventi in calendario, si segnala in particolare la presentazione di venerdì 16 dicembre alle ore 18, a cui sarà presente il direttore artistico di questa edizione della Biennale, Driant Zeneli.

Tutti gli appuntamenti saranno aperti non solo agli artisti coinvolti nei progetti BJCEM, ma anche al pubblico locale, ai giovani studenti e creativi milanesi, con il coinvolgimento tutte quelle realtà associative e culturali che lavorano e promuovono i giovani artisti sul territorio milanese.

Per maggiori informazioni www.bjcem.org



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi