Poliziotti aggrediti durante un arresto, ora risposta severissima

Oggetto: Poliziotti feriti ad Afragola durante un arresto, il Coisp: “Più risorse, mezzi e uomini per consentirci di fare un lavoro ormai al limite del sostenibile. E risposte severissime contro chi si fa beffe dello Stato sulla nostra pelle”

“Sei poliziotti finiti in ospedale perché rei di dover effettuare un arresto. Figli, mariti e padri che hanno pagato con ferite sulla propria pelle la difesa dei diritti di cittadini perbene per i quali rimangono un incrollabile baluardo nonostante tutto, aggrediti da quella parte di società in cui il sovvertimento di ogni principio e valore regna sovrano. A loro tutta la nostra solidarietà, la nostra stima e la nostra vicinanza. Siamo nel Napoletano, siamo in Italia, e, ancora una volta, ci scontriamo con servizi di ‘ordinaria follia’, di quelli che possono addirittura apparire banali, di routine. E invece è bene sottolineare cosa significhi questo lavoro per gli operatori che ogni giorno escono di casa e non sanno se e come vi faranno ritorno, ben consci che la ‘svolta per l’ospedale’ ormai è la normalità in ogni occasione. Bisogna prendere coscienza che la grave recrudescenza della criminalità e l’ancor più grave deviazione di una sottocultura dell’illegalità oggigiorno au
mentano esponenzialmente e implacabilmente i rischi di questo nostro lavoro, per il quale parlare di ‘specificità’ ormai è un eufemismo. In ogni parte del paese, e ancor di più in alcuni territori a dir poco ‘difficili’, la priorità assoluta deve essere mettere le Forze dell’Ordine in condizione di operare, e di farlo con il maggior grado di sicurezza possibile. Maggiori numeri, maggiori mezzi, maggior sostegno, tutela assoluta su tutti i fronti per le Forze di Polizia devono essere le parole d’ordine per Governo e Parlamento se davvero lo Stato vuole continuare a dimostrare la sua superiorità e la sua autorevolezza, e se non si vuole continuare a farlo sulla pelle dei colleghi”.
Così Domenico Pianese, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, dopo che le cronache hanno raccontato della gravissima aggressione avvenuta ad Afragola, nel Napoletano, a danno dei poliziotti intervenuti per effettuare l’arresto di un rapinatore che aveva tentato un’estorsione con il metodo del “cavallo di ritorno”. Sei agenti sono finiti al pronto soccorso perché picchiati, strattonati, presi a sputi in faccia, aggrediti da un orda di donne del quartiere armate di tacchi a spillo, bottiglie, vasi di terracotta e tanti altri oggetti contundenti usati contro la Polizia per aiutare il pregiudicato a fuggire. L’uomo è stato comunque arrestato e gli agenti sono stati medicati in ospedale e poi dimessi con prognosi di cinque e dieci giorni.
“Adesso – conclude Pianese – ci aspettiamo conseguenze severissime per chi ha aggredito impunemente e vigliaccamente i colleghi, macchiandosi di un comportamento di gravità assoluta che non solo ha portato degli Appartenenti alla Polizia di Stato in ospedale, ma il cui disvalore, nei fatti, va anche molto molto al di là di questo”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi