Polverini (Forza Italia): Juncker, esempio di scuola ingerenza UE nelle vicende italiane

Non so se sia più preoccupante che Juncker si permetta di dichiarare che la Commissione si sta preparando al peggio perché l’Italia dal 5 marzo sarà senza governo operativo, o che il giorno seguente si prodighi in poco credibili smentite dopo aver provocato reazioni negative nei mercati e nello spread . Vedo che molti esponenti politici si affrettano a giustificarlo, a dargli ragione, a tentare di sminuire la gravità di quel che è stato detto durante una visita ufficiale e non da un personaggio minore, ma dal presidente della commissione europea.
Il premier Paolo Gentiloni si affretta a chiudere il caso, Ma si tratta in realtà di un esempio di scuola dell’ingerenza dell’Unione Europea nelle vicende italiane perché dietro l’espressione di un timore si nascondeva in realtà una subdola indicazione di voto. Capisco che a Junker e agli altri tecnocrati europei interessi controllare l’italia, ma ancora abbiamo la libertà di esprimere un voto che non tenga conto dei loro diktat. E dal 5 marzo quando gli italiani avranno espresso nettamente un voto di maggioranza per il centro-destra, il nuovo governo si incaricherà di garantire che pari dignità sia assicurata al nostro Paese.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi