Porti: via libera a piano attività 2017

A maggioranza il Consiglio regionale si è espresso anche sul bilancio preventivo e pluriennale dell’Auorità portuale. In campo ci sono risorse pari a circa otto milioni. Per la banchina commerciale di Viareggio impegnati due milioni. Al Giglio, per la pavimentazione, oltre 300mila

Firenze – Via libera al piano delle attività 2017 dell’Auorità portuale regionale. Il Consiglio toscano, a maggioranza, ha approvato anche il bilancio preventivo per l’anno in corso e il pluriennale 2017-2019.

Ad illustrare le risorse messe in campo il presidente della commissione Ambiente Stefano Baccelli (Pd): “Gli interventi riguardano infrastrutture o opere di manutenzione straordinaria per l’anno in corso, con previsione pluriennale fino al 2019”. Sul tavolo ci sono circa otto milioni, da suddividere secondo le priorità individuate dall’Autorità. Tra gli interventi definiti più importanti c’è la banchina commerciale di Viareggio che anche grazie ai due milioni previsti, potrà registrare l’avvio dei lavori “appena dopo l’estate” ha detto Baccelli.

Il Piano prevede anche altri investimenti e tra questi sono stati ricordati i 300mila euro per la pavimentazione all’Isola del Giglio, gli oltre due milioni per Marina di Campo e i circa 700mila euro previsti per Porto Santo Stefano. Baccelli ha infine rilevato il “buon lavoro fatto dall’Autorità, pur in condizioni di difficoltà” soprattutto da un punto di vista di “risorse umane”. Su questo punto ha ricordato il ricorso fatto dalla Regione contro la decisione del Governo di impugnare le “disposizioni per il potenziamento dell’Autorità regionale”, così come contenute nel comma 2 dell’articolo 9 della legge regionale 72/2016. (f.cio) 

———-

Scheda di dettaglio su Piano di Attività 2017 e conti economici

L’Autorità Portuale Regionale (istituita con legge regionale 23/2012) svolge funzioni di gestione delle infrastrutture portuali e delle aree demaniali marittime all’interno degli ambiti portuali di Viareggio, Porto Santo Stefano, Marina di Campo e Giglio Porto.

Il Piano delle Attività viene sviluppato per l’anno 2017 e ha una proiezione triennale. L’adozione del Piano fa parte delle funzioni istituzionali dell’Autorità e definisce le opere da realizzare nell’anno di riferimento, individuando l’ordine di priorità degli interventi.

Alla base delle funzioni istituzionali attribuite per legge, gli indirizzi che l’Autorità deve seguire rispondono a criteri di “Sicurezza ed efficienza delle strutture portuali”, Sviluppo dell’infrastruttura portuale”

Quadro delle attività specifiche per il porto di Viareggio

Secondo le risorse già impegnate nei precedenti anni, e in base a quelle individuate con delibera di Giunta (n. 194/2017), si prevedono nel 2017, con proiezione anche per gli esercizi 2018 e 2019, interventi quali:

–    Escavo dell’imboccatura, per un importo complessivo di 800mila euro. Nel 2017 in particolare è prevista la progettazione, l’acquisizione dei nulla-osta/pareri necessari, l’espletamento della gara e l’inizio della prima fase dei lavori in autunno;

–    Escavo del canale di collegamento tra le darsene Toscana e Italia per necessario adeguamento dei fondali per un importo pari a 400mila euro. I lavori sono stati appaltati a fine anno 2016;

–    Realizzazione tratto fognatura bianca Molo Marinai d’Italia (importo 290mila euro). Conclusa la progettazione esecutiva, l’inizio dei lavori è da programmare anche in funzione dell’utilizzo della viabilità portuale interessata;

–    Realizzazione della banchina commerciale (importo due milioni e 600mila). L’entrata in vigore del nuovo Codice degli Appalti (D.Lgs. n.50/2016) ha comportato di procedere all’aggiudicazione mediante offerta economicamente più vantaggiosa, quindi con nomina di commissione giudicatrice, determinando un aumento dei tempi di espletamento delle procedure di gara. L’inizio dei lavori è previsto nel corso del 2017 con ultimazione a fine anno 2018. In proiezione triennale, compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili, è prevista la progettazione di fattibilità tecnico – economica degli impianti, delle opere edili e della sovrastruttura della banchina;

Quadro delle attività specifiche per il porto di Porto Santo Stefano

Le risorse assegnate e prenotate per Santo Stefano registrano 65mila euro per spese correnti oltre a risorse finanziarie per investimenti pari a 40mila euro sull’annualità 2017 e 200mila sull’annualità 2019. Nel corso del 2017 è stato attuato il percorso individuato nel piano delle attività 2016 relativamente agli accosti ad uso crocieristico. È stato redatto il Port Facility Security Plan (PFSP), previsto dalle normative in materia di sicurezza portuale, che consente di strutturare una programmazione pluriennale per gli accosti. Attualmente il Piano prevede l’utilizzo del pontile piazzale Candi.

Quadro delle attività specifiche per il porto di Marina di Campo

Nel corso del 2017, sulla base di quanto definito nell’annualità precedente, sono previsti interventi tra cui:

–    Escavo dei fondali dell’ambito portuale (270mila euro);

–    Realizzazione dell’impianto di videosorveglianza e l’installazione di new jersey per delimitare le aree a banchina (20mila euro);

–    Riqualificazione ormeggi con sostituzione corpi morti e catenaria per rendere più sicuro l’ormeggio a banchina (80mila euro);

–    Realizzazione muro paraonde ed adeguamento della diga foranea, primo lotto (importo di 1.04milioni). In proiezione triennale si prevede di affidare la progettazione del secondo lotto;

Quadro delle attività specifiche per il porto di Isola del Giglio

Il piano riguarda, tra l’altro, il rilascio delle autorizzazioni e concessioni per la gestione delle aree demaniali marittime; la gestione e manutenzione delle aree portuali (servizi e lavori di manutenzione ordinaria). Le risorse assegnate e prenotate sono pari a 55mila euro per spese correnti oltre a risorse finanziarie per investimenti pari a euro 40mila euro sull’annualità 2017 e 200mila sull’annualità 2018.

Bilancio economico di previsione 2017 dell’Autorità Portuale

Il conto economico presenta un risultato di gestione in equilibrio. Il valore della produzione è pari a 2.982.049,80 euro, in aumento del 30,55 per cento rispetto al preventivo 2016. I costi della produzione sono pari 2.961.921,80 euro, in aumento di  circa il 30 per cento rispetto alla previsione 2016.

 



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi