PRIORITA’ PD SULL’ACQUA? CREARE CERCHIO MAGICO E ALLONTANARE TERRITORI

Oggi il Partito Democratico si è approvato in aula una riforma del servizio idrico.

Avranno pensato alla necessità di ripubblicizzare il servizio come promuoviamo noi? No.
Avranno pensato alla diminuzione delle tariffe come chiedono i cittadini in molte zone toscane? No.
Avranno pensato a migliorare la rappresentatività dei piccoli e medi comuni nelle scelte di indirizzo? Esattamente il contrario.

Come ho detto in aula: non c’è una motivazione razionale per approvare questa norma. Questa proposta del PD dedita al centralismo aumenta la burocrazia e aumenterà le tariffe ai cittadini. Perché il cerchio magico ristretto creato per decidere i destini dei territori taglierà fuori dai giochi cittadini e comuni esclusi. Come faranno questi ad ottenere voce in capitolo sui mancati investimenti in una rete che oggi perde il 40% e non vede investimenti profondi di gestori che fanno 70milioni di utili?



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi