Programma difesa, tavola rotonda con gli esperti: spending review e cybersecurity i temi caldi

Si è svolto oggi in Senato un incontro sul programma Difesa del MoVimento 5 Stelle. In una tavola rotonda alla quale hanno partecipato i portavoce ed alcuni esperti, si è dibattuto sui punti politici elaborati nell’arco di questa legislatura, e votati in rete dai cittadini sulla piattaforma Rousseau. Sono emersi ulteriori elementi che saranno sviluppati in altre iniziative, che vedranno nuovi incontri.

I senatori Vincenzo Maurizio Santangelo e Bruno Marton hanno presieduto il tavolo che ha visto la partecipazione del dottor Paolo Campobasso, esperto di cyber security; del generale Luigi De Leonibus, esperto di personale della difesa; del prof Maurizio Simoncelli, vice presidente di Archivio Disarmo; del giornalista Enrico Piovesana, fondatore di Milex; del dottor Alfredo Ettore Tranfaglia esperto di finanza.

In particolare, si è approfondito il tema della spending review nella Difesa, un settore che assorbe costi in maniera sempre crescente. Insieme agli esperti sono state esaminate diverse ipotesi, anche con riferimento ai modelli economici provenienti da altri Paesi che abbiano una visione della Difesa compatibile con quella del M5s: un modello sostenibile, dal punto di vista economico e finanziario, soprattutto per i cittadini, che miri ad una cultura diversa della Difesa.

Vi è stata piena condivisione nel ritenere che oggi la vera sfida non sia redimere i conflitti, ma prevenirli. É stato ricordato anche come la legge 185 del 1990 che riguarda l’export di armi venga sistematicamente ignorata da tutti i governi del nostro Paese, una legge che se applicata metterebbe dai paletti alla vendita di armamenti ai paesi in guerra.

Al centro della discussione anche temi di attualità come la prevenzione di fenomeni quali il terrorismo, la necessità di fare dei tagli alle risorse economiche impiegate nei vecchi sistemi d’arma, per investire in strumenti più attuali come la cybersecurity, il potenziamento delle reti di intelligence, la diplomazia.

È emerso un nuovo modello di Difesa che deve puntare su una preparazione culturale del personale, in maniera che sia anche in grado di gestire tutte le nuove minacce, comprese quelle che arrivano da internet e dalle intrusioni informatiche.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi