Programmazione territoriale dell’offerta d’istruzione ed organizzazione della rete scolastica metropolitana per l’anno 2016-2017

La Città metropolitana di Bologna ha approvato il documento di Programmazione dell’offerta d’Istruzione e di organizzazione della rete scolastica per l’anno 2016/2017, risultato di un percorso di confronto e collaborazione con le Istituzioni scolastiche, le Conferenze territoriali di ambito, la Conferenza metropolitana di Coordinamento, la Commissione metropolitana di Concertazione e l’Ufficio V Ambito territoriale di Bologna.

La Città metropolitana insieme ai soggetti coinvolti ha avviato percorsi di razionalizzazione degli spazi, tesi a garantire livelli di sicurezza e qualità di istruzione idonei. In particolare il Comune di Valsamoggia ha messo a disposizione un edificio a Crespellano per istituire una sede coordinata dell’Istituto Alberghiero “Scappi” di Castel San Pietro, con la previsione di istituire in futuro un nuovo istituto alberghiero che comprenda le due sedi di Casalecchio di Reno e di Valsamoggia

Altra novità riguarda la decisione di utilizzare gli spazi dell’Istituto di Istruzione Superiore Crescenzi-Pacinotti per l’indirizzo musicale del Liceo Laura Bassi, lasciando così libera la sede di via Cà Selvatica dal prossimo anno scolastico compatibilmente con le risorse necessarie all’esecuzione dei lavori di messa a norma.

Il documento di programmazione propone nuovi indirizzi e articolazioni per quanto riguarda l’offerta formativa delle scuole secondarie di secondo grado: Indirizzo Costruzioni, Ambiente e territorio – articolazione Geotecnico per il “Paolini Cassiano” di Imola; indirizzo Costruzioni, Ambiente e territorio – opzione tecnologie del legno al “Crescenzi-Pacinotti” di Bologna e l’Indirizzo Meccanica, meccatronica, energia – articolazione Energia percorsi di secondo livello (ex serali) alle “Aldini Valeriani-Sirani”

La Città metropolitana intende inoltre sottoscrivere un accordo con le istituzioni scolastiche e l’Ufficio V Ambito Territoriale di Bologna per gestire in modo efficace il flusso delle iscrizioni alle classi prime e dare risposta alle scelte dei ragazzi, proseguendo il lavoro del tavolo metropolitano di monitoraggio per le iscrizioni, per affrontare il problema degli esuberi che negli ultimi anni si è notevolmente aggravato.

Il documento si occupa infine del riassetto del sistema dell’Istruzione degli adulti, articolato in tre Centri (CPIA Metropolitano; CPIA Imolese; CPIA Montagna), con l’intenzione di rendere ancor più visibile l’ampio quadro di opportunità che esso offre a giovani ed adulti e di preparare in maniera qualificata il contributo che tale sistema dovrà necessariamente dare, divenendone punto centrale, alle Reti Territoriali per l’apprendimento Permanente

”Ringrazio davvero – ha sottolineato Daniele Ruscigno consigliere metropolitano con delega alla Scuola – gli uffici della Città metropolitana, i territori, l’Ufficio V Ambito territoriale di Bologna e i dirigenti scolastici per la responsabilità e professionalità dimostrate in questo importante percorso di confronto e collaborazione che consentirà anche una migliore distribuzione delle iscrizioni e un’adeguata offerta formativa in risposta alle esigenze dei territori”.

Soddisfazione espressa anche dal sindaco metropolitano Virginio Merola per “il lavoro di concertazione svolto da Città metropolitana, Comuni e istituzioni scolastiche”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi