Prosegue il cartellone del Festival delle Valli del Natisone/Festival V Nadiških Dolinah

UDINE – Prosegue il cartellone del Festival delle Valli del Natisone/Festival V Nadiških Dolinah in scena fino a mercoledì 26 luglio. L’edizione 2017 del Festival è a cura di Roberto Piaggio e Fernando Marchiori, ed è promossa dall’Associazione Puppet FGV con il CTA – Centro Teatro Animazioni Gorizia, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia e in sinergia con i nove Comuni delle Valli del Natisone: San Pietro al Natisone/ Špietar, Drenchia/ Dreka, Grimacco/ Garmak, San Leonardo/ Svet Lienart, Pulfero/ Podbuniesac, Stregna/ Sriednje, Savogna/ Sauodnja, Torreano/ Tauarjana, Prepotto/ Prapotno, Kobarid/Caporetto.

Domenica 23 luglio si parte alle 17.30, a Masseris, con le “Storie raccolte lungo un sentiero”, di e con Luisa Battistig, omaggio alla tradizione delle Valli del Natisone, alle sue krivapete, alle suggestioni di balavanti e skrati. Racconti che si dipaneranno nel corso di una passeggiata circolare attraverso tre paesi delle Valli: Masseris, Dus, Jelina. Sono storie e ricordi raccolti lungo i sentieri del Matajur: «lungo il cammino, al luogo di sosta, chi aveva con sé qualcosa da bere o da mangiare la divideva con gli altri. Qui, coloro che s’incontravano, avevano sempre qualcosa da raccontare.»

Alle 21, a Tercimonte, riflettori su “Giovannin senza paura”, la produzione di Pupi di Stac ispirata a varie novelle toscane. Alla più celebre, che dà il titolo al lavoro, sono state legate altre fiabe meno note, tutte toscanissime, tra cui Al lupo al lupo e La capra ferrata. Lo spettacolo può così offrire lo spunto per una riflessione su paure e spauracchi dell’infanzia, incoraggiando i bambini ad identificarli, esprimerli e superarli. Parallelamente mette in scena vari tipi di personaggi ipocriti e falsamente gentili dietro ai quali si celano le vere insidie da cui guardarsi. L’andamento dello spettacolo è quello tipico dei Pupi di Stac: recitazione dal vivo, dialogo con il pubblico e intervento diretto dei bambini, musiche e canzoncine di scena, il tutto condito con l’ironia. Un classico del teatro di burattini, prodotto nel 1976 e da allora rappresentato nei maggiori festival e rassegne italiani ed europei.

Ingresso libero, info www.ctagorizia.it

 



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi