PROSEGUE IL CONFRONTO SULL’ARIA DI TORINO

Prosegue il confronto in Città metropolitana con tutti i comuni coinvolti nelle limitazioni emergenziali del traffico. La dgr regionale indica come “misure di minima” quelle definite come “misure temporanee” nell’accordo padano. Si dice sempre nella dgr che ogni bacino farà riferimento a una centralina di rilevamento unica pertanto già questo fa sì che il bacino della Città di Torino sia indipendente da quello della cintura. Non per volontà della Città di Torino ma perché scritto nella dgr come sopraindicato.

Proprio per essere allineati, la Città di Torino ha richiesto l’avvio di un tavolo di lavoro in Città metropolitana con tutti i comuni coinvolti. Quando a luglio 2017 ha presentato ai comuni le misure aggiuntive che intendeva intraprendere nessuno dei comuni stessi ha espresso pareri contrari salvo poi farlo a metà ottobre dopo le prime giornate di blocco. Nel frattempo si spera di conoscere i dettagli della conversazione del ministro in commissione europea in merito alle possibili sanzioni per le eventuali mancanze da parte del nostro Paese per il rispetto della normativa sulla riduzione delle emissioni. La salute dei cittadini non deve essere merce di scambio per fini elettorali.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi