PUBLIC TALK, CICLO DI INCONTRI A CURA DEL PROGETTO DI ARTE PUBBLICA E RELAZIONALE “ACTIVE COMMUNITY”

MODENA – Giovedì 11 febbraio, alle 18.00, presso la sala conferenze di Palazzo Santa Margherita, in corso Canalgrande 103 a Modena, primo appuntamento della rassegna “Public Talk”, cui prenderanno parte Stefano Boni, docente di Antropologia culturale e Antropologia politica dell’Università di Modena e Reggio Emilia e gli artisti Carlo Cremaschi e Tommaso Mori.
Questo appuntamento, dedicato al tema della comunità, inaugura un ciclo di incontri promosso da Galleria civica e Comune di Modena che si propone di indagare l’identità politica e sociale della città di Modena insieme alla sua vocazione creativa.
La rassegna è a cura di “Active community. Movimenti urbani ed azioni sul territorio_Modena” di AnnaMaria Tina e Giorgia Nardelli, un progetto di arte pubblica e relazionale che indaga la città di Modena attraverso l’azione e lo sguardo di chi la abita.
L’attenzione è rivolta alla ricerca d’identità che la città si trova oggi ad affrontare, consapevole di un’eredità importante che trae origine dal suo passato recente ed è l’esito di un’indagine condotta sul territorio durante i mesi di ottobre, novembre e dicembre del 2015 che ha evidenziato alcuni temi focali nel dibattito sulla contemporaneità ora proposti come spunti di riflessione comune. Nel corso di quattro talk si confronteranno artisti, curatori, esperti e rappresentanti della società civile.
Durante il primo incontro, i relatori discuteranno di come possa essere definito il concetto di comunità, e di come si sia evoluto dagli anni Sessanta ad oggi, in una realtà multietnica e multiculturale ancora in divenire, qual è quella odierna. Il calendario degli incontri, che proseguiranno fino al mese di maggio, toccherà poi i temi della partecipazione, dell’antagonismo, dell’etica sociale.
Active Community è finanziato dal Comune di Modena, Settore Cultura ed è promosso da APS articolo 41.
Tutti gli appuntamenti avranno luogo nella sala conferenze di Palazzo Santa Margherita, Corso Canalgrande, 103, Modena, e sono a ingresso libero e gratuito. Si ringrazia la Biblioteca Delfini del Comune di Modena.

Programma completo:

11 febbraio 2016 ore 18.00, LA COMUNITÀ
In una realtà multietnica e multiculturale non ancora ben delineata qual è quella odierna, come possiamo definire il concetto di comunità? Come si è evoluto dagli anni Sessanta ad oggi? Parliamo di microcomunità cittadine, delle loro “alternative possibili” al modello dominante e di come gli artisti si sono rapportati a questi temi ieri e oggi.
Stefano Boni, docente di Antropologia culturale e Antropologia politica UNIMORE
Carlo Cremaschi, artista
Tommaso Mori, artista

10 marzo 2016 ore 18.00, LA PARTECIPAZIONE
Partecipazione: un concetto che viene evocato di continuo nei dibattiti politici e in quelli culturali, nei programmi tv e nei social network. Come si esprime davvero oggi la partecipazione dei cittadini alla realtà circostante? In quali forme i singoli si rendono parte attiva della società e fanno da stimolo al cambiamento? Un confronto a più voci su arte e giornalismo partecipativo, architettura e urbanistica partecipata.
Silvia Sitton, ricercatrice dipartimento di Economia UNIMORE, dottoranda in Analisi delle politiche pubbliche, studiosa di nuovi modelli abitativi e sharing economy.
Ermanno Cristini, artista
Chiara Pergola, artista
Simona Squadrito, curatrice
Federica Rocchi, curatrice del progetto Periferico – dimore R-Nord

7 aprile 2016 ore 18.00, L’ANTAGONISMO
La definizione di antagonismo esprime modalità non del tutto codificate che agiscono all’interno del tessuto sociale in una prospettiva di alternativa possibile. Trent’anni fa l’antagonismo era una bandiera delle nuove generazioni, oggi si manifesta in molteplici forme espressive. Parliamo di azioni antagoniste a Modena, microeconomia alternativa, pedagogia alternativa.
Alberto Molinari, docente di Storia e Filosofia al liceo classico San Carlo, autore del libro ‘Il tempo del cambiamento. Movimenti sociali e culture politiche a Modena negli anni Sessanta’
Gabriele Veronesi, giornalista e filmaker, autore del documentario ‘Emilia rossa, cuore nero’
Dino Ferruzzi, docente e fondatore del Crac, Centro Ricerca Arte Contemporanea

5 maggio 2016 ore 18.00, L’ETICA SOCIALE
Tutte le forze che agiscono all’interno della collettività si relazionano ad un’etica di riferimento. Non a caso l’arte partecipativa nasce negli Stati Uniti negli anni Sessanta con forti motivazioni etiche, oltre che politiche. Oggi gli artisti rispettano un’etica nella loro azione? Quale?
Annalisa Cattani, artista e curatrice, docente dell’Accademia di Belle Arti di Bologna
Manuela Gandini, critica, giornalista, curatrice
Raffaele Quattrone, sociologo, curatore

Giorgia Nardelli è giornalista professionista dal 2005. Dopo una lunga esperienza al Salvagente, settimanale dei diritti dei consumatori, oggi lavora come freelance per diverse testate nazionali e siti web.
AnnaMaria Tina, artista. Tra i suoi ultimi appuntamenti: “Popular fiction/ To generate”, a cura di Area C/ Contemporary Cultures, “I dialoghi di Trani”, Castello Svevo, Trani; “Io vedo, io guardo” a cura di Annalisa Cattani, Studio MDT e Artforms, Prato; “L’amore è un’attitudine”, a cura di Leonardo Regano, Galleria Villa Contemporanea, Monza.

ACTIVE COMMUNITY. PUBLIC TALK
QUATTRO APPUNTAMENTI PER UNA RIFLESSIONE SU MODENA. LA COMUNITA’
GIOVEDI’ 11 FEBBRAIO, ORE 18.00
PALAZZO SANTA MARGHERITA, SALA CONFERENZE (PIANO TERRA)
Corso Canalgrande 103, 41121 MODENA
Informazioni

Active Community
activecommunity.modena@gmail.com

Galleria civica di Modena
corso Canalgrande 103, 41121 Modena
tel. +39 059 2032911/2032940 – fax +39 059 2032932
www.galleriacivicadimodena.it
Museo Associato AMACI



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi