Quando la partecipazione vuol dire innovazione, a Venezia anche l’esperienza toscana

FIRENZE – A scuola di … partecipazione pubblica. La Toscana, che prima tra le Regioni in Italia dal 2007 si è dotata di una legge per coinvolgere maggiormente i cittadini nelle decisioni delle istituzioni (e non solo), racconta sette delle sue esperienze. Lo fa in questi giorni, il 26 e 27 marzo, a Venezia a Palazzo Badoer: un’iniziativa promossa dall’Università Iuav e rivolta a quanti – esperti, professionisti, dirigenti e amministratori – sono alle prese con le sfide della partecipazione pubblica, per confrontarsi sul potenziale che la partecipazione ha di aprire nuove sfide e intercettare il cambiamento, innovando.

Cinquanta saranno i relatori che si alterneranno in due giorni, non solo toscani s’intende; si parlerà della cura e gestioni di beni comuni, ma anche della progettazione e produzione di servizi di interesse collettivo. Coordinatrice dell’iniziativa è Francesca Gelli, che assieme a Giovanni Allegretti e Paolo Scattoni compone l’Autorità per la partecipazione della Toscana.

Interverrà anche l’assessore alla presidenza e alla partecipazione della Toscana, Vittorio Bugli, che martedì 27 marzo alle 11.30 parteciperà alla tavola rotonda “Le sfide della partecipazione generativa”, assieme agli omologhi assessori dell’Emilia Romagna e della Puglia, funzionari del comune di Milano, componenti dell’Autorità per la partecipazione toscana e della provincia di Trento, il commissario straordinario del Terzo valico dei Giovi e con gli interventi a seguire di altri esperti ed amministratori, tra cui anche il sindaco del Comune di Campi Bisenzio Emiliano Fossi.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi