Renata Polverini (Forza Italia): Da Erdogan non accettiamo lezioni

Arriva a Roma il dittatore turco Erdogan per incontrare il Papa, Gentiloni e Mattarella, e ci dà lezioni di diritti umani. Incredibile ma vero che venga consentito.
Ha detto infatti che “Il raid di Macerata è un attacco razzista, non diverso da episodi di attacchi a moschee luoghi legati alla religione islamica. Dinanzi a questi episodi è obbligatorio mostrare una reazione decisa”.
Pochi giorni fa gli stessi leader che ora si apprestano a incontrare Erdogan con tutti gli onori hanno celebrato solennemente la Giornata della Memoria. E troppo chiedere loro di ricordare oggi a un dittatore antisemita e persecutore di minoranze che i Curdi proprio in questi giorni denunciano che li sta massacrando ad Afrin con i bombardamenti? È legittimo chiedersi quale politica estera perseguano l’Italia e il governo Gentiloni? Noi crediamo che sia arrivato il momento di un cambiamento drastico.
E’ quanto dichiara Renata Polverini (FI)



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi