RIFORME, ITALIA UNICA: SCONTRO NEL PD SU SOTTILE DIFFERENZA LESSICALE

Alzi la mano chi riesce a comprendere lo spessore istituzionale e (soprattutto) costituzionale del discrimine tra senatori “ indicati” oppure semplicemente “ ratificati” dalle Regioni. Eppure su questa tanto sottilissima quanto impalpabile differenza lessicale si gioca lo scontro nel Pd tra maggioranza renziana e minoranza di sinistra. Differenza che consentirebbe ai primi di dire che la non eleggibilità dei senatori è confermata e dunque la riforma resta la medesima e alla seconda di sostenere esattamente l’opposto, con annesso via libera per il voto. E’ il paradosso nel quale ci si avvita quando le delicatissime modifiche alle regole del gioco politico vengono circoscritte a forza nel perimetro di un solo partito, o addirittura di una parte di esso. Non ci stancheremo mai di ripeterlo: le riforme si fanno con il massimo del consenso possibile, e la fatica (e il dovere) della politica sta nell’avvicinare quella soluzione. Non nel considerarla un intralcio o una perdita di tempo. Vale anche per il rispetto delle prerogative degli organi istituzionali. La sbrigatività con la quale Renzi si è rivolto al presidente del Senato è inaccettabile. Ma è anche il segno che lo scalpo della riforma per il premier vale più di ogni altra considerazione.
Lo afferma in una nota Italia Unica, il movimento fondato da Corrado Passera.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi