RIFORME, ITALIA UNICA: TRANSFUGHI GIA’ PRONTI AL PARTITO UNICO

Lo scontro in atto al Senato obbliga a soffermare l’attenzione anche su un altro fenomeno, parimenti inquietante per il buon funzionamento dell’architettura politico-istituzionale. Ci riferiamo allo smottamento ormai irrefrenabile di parlamentari da Forza Italia verso le fila verdiniane. C’è chi, con levità terminologica, parla di “mercato delle vacche” e chi ipotizza di rivolgersi alla magistratura che pure si è già occupata di vicende simili. Il giustizialismo, com’è noto, non è nel Dna di Italia Unica che invece crede fermamente nella divisione dei ruoli tra politica e toghe. Qui interessa sottolineare il dato, appunto politico, del partito berlusconiano sempre più incapace di essere punto di riferimento di persone elette sotto il suo simbolo, dunque con una lesione di leadership ormai non più minimizzabile e, per converso, di operazioni di palazzo gestite da ex fedelissimi dell’ex Cavaliere per scopi oggi di riforma costituzionale e domani chissà. Sono i germi di quel partito della Nazione che è nei disegni di Renzi e che assesterebbe un colpo forse definitivo all’alternanza di governo, che è il patrimonio più saliente di ogni meccanismo democratico. È proprio per questo che Corrado Passera e Italia Unica contrastano alla grande quel disegno, che riporterebbe indietro di decenni, alla democrazia “bloccata, le lancette dell’orologio politico italiano.
Lo afferma in una nota Italia Unica, il movimento fondato da Corrado Passera.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi