Risultato straordinario per “Andiamo a Fumettare”

Risultato straordinario per “Andiamo a Fumettare”, buona riuscita del corso al punto da aggiungere un incontro in più di quelli previsti!
Alla Fabbrica delle Candele sala colma ad ogni incontro, successo indiscusso ed esito positivo della proposta fumettistica della Fanzinoteca d’Italia
Si avvicina al termine il corso “Andiamo a Fumettare”, organizzato e diretto dalla Dott.ssa Martina Elisa Piacente, e data la buona riuscita nonché il risultato straordinario conseguito, continua oltre alle previsioni, ritenendo adeguato aggiungere al calendario degli incontri un’ulteriore serata non prevista, quella di lunedì 29 maggio. Nel suo complesso l’iniziativa ha visto la presenza ben oltre 40 utenti, tutti partecipanti accolti nella Sala Arancione de La Fabbrica della Candele, per questa positiva proposta attivata col Comune di Forlì – Assessorato alle Politiche Giovanili – e l’Associazione di promozione sociale Fanzine Italiane con la Fanzinoteca d’Italia. Quindi, al traguardo del suo decimo incontro il corso, raggiungendo un ottimo risultato, per la qualità della proposta e il coinvolgimento degli interessati, la risposta dei corsisti non è mancata. Da una parte la richiesta posta fin dalla seconda lezione di avere un orario più ampio per poter trovare spazio adeguato all’attivazione di un confronto, anche fra loro stessi, sulla propria passione e il desiderio fumettistico. Dall’altra la necessità di aggiungere un ulteriore incontro per poter permettere agli autori professionisti di terminare al meglio il percorso dei corsisti, seguendoli e consigliandoli sul miglioramento del risultato finale per il loro lavoro. Richieste queste che l’Unità Politiche Giovanili ha favorevolmente accolto. “Non possiamo che ritenerci soddisfatti dei risultati altamente apprezzabili rilevati, un un plauso particolare va a tutti i docenti professionisti e allo Staff Centro Nazionale Studi fanzine senza, ovviamente, dimenticare i partecipanti con il loro impegno e costanza”, spiega l’organizzatrice Piacente, “numeri alla mano le presenze sono state più di una ventina ad incontro, dimostrazione di come il corso abbia soddisfatto la maggioranza. La significativa presenza di grandi autori ha avvalorato ulteriormente il grado di apprezzamento dei partecipanti, così come si evince dalla loro notevole adesione alla partecipazione delle iniziative legate al progetto. Aderire alla realizzazione della fanzine e alla mostra espositiva dimostra come gli interessati abbiano preso sul serio gli incontri e di aver voluto parteciparvi con volontà costruttiva.”. È questo un risultato che offre comunque ottimi spunti di riflessione.
Il progetto quindi non termina con la fine del corso, anzi. Prendono avvio proprio dalla fine gli obiettivi progettuali, sviluppato in un percorso delineato che vedrà la realizzazione di una fanzine da rendere gratuitamente scaricabile on-line e l’allestimento di una mostra dei lavori realizzati dai giovani corsisti, proposte collegate attraverso un unico filo conduttore, appunto, il fumetto. Proporre il fumetto in ambiti diversificati, caratteristica innovativa della proposta, cercando di inserirlo in una riflessione più ampia sulle immagini, su come possano raccontare e sui modi diversi con cui lo si vede oggi, far conoscere opere o autori ancora poco noti o rivelare lati nascosti di quelli già pienamente affermati. Insomma, un arricchimento di contenuti del corso a partire dal rafforzamento della parte teorica, per evitare di realizzare meri incontri di semplice disegno ma, come è naturale doveroso che sia per ogni progetto culturale, porsi fin dall’inizio la questione di quali siano il percorso e le urgenze più significative da perseguire. Alla docenza del corso si sono alternati grandi esperti e professionisti di fama nazionale ed internazionale, fumettisti della nostra città, Forlì, docenti di lezioni con notevole spessore artistico e culturale che hanno visto la presenza degli autori Davide Fabbri, Marco Verni, Guglielmo Signora, Onofrio Catacchio e Paolo Orsini. La parte teorica del corso è stata a carico dell’esperto fanzinotecario Gianluca Umiliacchi coadiuvato dallo Staff Centro Nazionale Studi Fanzine. Per rendere al meglio la proposta, sono state messe in atto le strategie migliori per sensibilizzare e consentire ai partecipanti di poter apprendere al meglio le lezioni, evidenziando gli aspetti della nostra comunità e della possibilità di interazione con essa. La documentazione presentata di sera in sera tramite le slide, in seguito sono state rese tutte disponibili scaricabili gratuitamente dallo stesso sito della Fanzinoteca d’Italia, un’azione mirata per incentivare l’attenzione e partecipazione sia per le lezioni teoriche, sia per le lezioni pratiche.
Il fumetto è un’arte, a tutti gli effetti, maledettamente appassionante ed emozionante, che mette in gioco lo spirito, i sentimenti ed i valori umani, al pari di qualsiasi altra manifestazione artistica, infatti il fumetto è lettura, è tempo libero, è emozione, è cultura, è un veicolo mass-mediologico attraverso il quale si ha la possibilità di portare avanti delle idee, delle posizioni, dei messaggi. Il Corso è parte del nutrito calendario della “Primavera Fanzinara” che come ogni anno proponendo altri interessanti eventi, aderisce ad affascinanti e innovative iniziative, sia a livello locale, sia a livello nazionale, grazie alla professionalità che lo Staff Centro Nazionale Studi Fanzine è in grado di mettere in campo. Proseguono, inoltre, le molte attività sulla scia del calendario previsto per la manifestazione “Un Grande Vivere” 2017, grazie al quale tuti gli appassionati e i curiosi dell’auto-edizione potranno avere le occasioni per scoprire e conoscere la vastità dell’editoria fanzinara nazionale. Filo conduttore della conoscenza “estroversa” e atipica, come quella fanzinara, nella ricerca e nel valore reale della libertà di comunicazione e confronto, utile per l’individuo e per l’intera comunità. La sede fanzinotecaria è un luogo per incontrarsi, pensare, progettare e riflettere sul ruolo che comunicazione e cultura hanno per la coesione sociale, lo sviluppo e la crescita civile delle società. La Fanzinoteca d’Italia, giunta al suo 7° anno di attività, è sinonimo nazionale e mondiale di cultura e innovazione, è valore assodato per la fruizione di un patrimonio unico e comune. L’unica “Biblioteca delle fanzine” in Italia al momento, per problemi con la Giunta Drei, non ha disponibilità per le due aperture pubbliche settimanali, nonostante ciò, previo accordo, si possono fare aperture su richiesta. Per conoscere dettagliatamente le iniziative e chiedere informazioni è disponibile il sito www.fanzinoteca.it o la e-mail fanzinoteca@fanzineitaliane.it.
GianLuca Umiliacchi



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi