ROGHI DEPOSITI, GRUPPO M5S: FENOMENO INQUIETANTE

L’incendio di materie plastiche avvenuto la settimana scorsa a Pianezza (TO) in una struttura di oltre 5 mila metri quadrati è solo l’ultimo caso di una lunga scia di roghi scoppiati in numerosi depositi di rifiuti in Piemonte e tutto il nord Italia. Un fenomeno preoccupante non solo per gli effetti sull’ambiente ma anche sotto il profilo della sicurezza e della legalità.

Già durante la discussione del bilancio di previsione abbiamo segnalato la necessità di un intervento forte da parte della Commissione ambiente regionale. In questi ultimi 3 anni in Italia sta avvenendo un fenomeno paradossale: riduzione dei roghi nella cosiddetta “terra dei fuochi” e un aumento continuo di anno in anno dei roghi negli impianti di trattamento e smaltimento rifiuti. Abbiamo chiesto in Commissione ambiente l’attivazione di controlli amministrativi sui sistemi antincendio, polizze assicurative e fidejussioni, codici CER dei materiali depositati negli impianti cui dovranno seguire ispezioni da parte di ARPA e Vigili del Fuoco.

Riteniamo quindi doveroso un approfondimento ed un’indagine conoscitiva congiunta attraverso le commissioni Ambiente e quella speciale per la promozione della Legalità. Sarà importante intervenire in maniera rigorosa per stilare un piano complessivo di prevenzione.

Ci aspettiamo massima collaborazione da parte di tutte le forze politiche affinché si creino le condizioni per effettuare un lavoro mirato a fare chiarezza su questi eventi.

Gruppo regionale M5S Piemonte



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi