Roma a Rifiuti Zero. In ottobre confronto internazionale su piano deliberato e avviato

Roma Capitale ospiterà una task force internazionale di esperti per sostenere e rafforzare il proprio percorso verso Rifiuti Zero iniziato con l’approvazione, lo scorso mese di marzo, del Piano per la Gestione Sostenibile dei materiali Post Consumo 2017-2021. L’iniziativa, prevista dal 23 al 26 ottobre, è stata decisa nel corso di un incontro tra l’assessora alla Sostenibilità ambientale Pinuccia Montanari e Rossano Ercolini, presidente di Zero Waste Italy. “Per la prima volta Roma si è dotata di un piano concreto e misurabile per la riduzione di duecentomila tonnellate all’anno degli scarti da smaltire in discarica o inceneritore e per portare la raccolta differenziata al 70%. Questi obiettivi e le metodologie per raggiungerli saranno al centro di un importante confronto internazionale”, afferma l’assessora alla Sostenibilità ambientale Pinuccia Montanari. “In passato non sono mancati gli incontri tra le Amministrazioni Capitoline e quelle di città come San Francisco, che è stata la prima metropoli al mondo ad adottare una strategia Rifiuti Zero. Ma alle parole non sono seguiti i fatti. Per questo abbiamo deciso di confrontarci con chi ha già intrapreso il nostro stesso percorso verso Rifiuti Zero solo dopo aver deliberato e avviato il nostro piano. L’agenda prevede incontri istituzionali, seminari tecnici, confronti con le parti sociali: tutti gli appuntamenti saranno molto concreti e operativi”, spiega Montanari. “Ad oggi, Roma rappresenta il più importante banco di prova per la strategia Rifiuti Zero che è stata già adottata con ottimi risultati da importanti metropoli nel mondo”, aggiunge Rossano Ercolini, presidente di Zero Waste Italy e di Zero Waste Europe, “per questo abbiamo deciso di collaborare con l’Assessorato alla Sostenibilità mettendo a disposizione dell’Amministrazione Capitolina e di AMA un International Advisory Board di grande qualità e competenza”. “Ridurre gradualmente gli scarti da avviare a discariche e inceneritori, fino ad azzerarli, è l’obiettivo della Strategia Rifiuti Zero che, per la prima volta nella storia amministrativa di Roma, è stata posta alla base di un piano per la gestione dei rifiuti nella Capitale”, prosegue l’assessora. “Questa scelta, che necessita di un importante sforzo da parte di tutti, ci pone a livello internazionale tra le più importanti realtà metropolitane orientate alla sostenibilità”, conclude Pinuccia Montanari. L’International Advisory Board per Roma verso Rifiuti Zero sarà coordinato da Paul Connett, professore della Lawrence University di Canton, e coinvolgerà: Jack Macy, coordinatore Zero Waste per la città di San Francisco; Amy Perlmutter, Zero Waste Boston; Ruth Abbe, presidente Zero Waste USA; Rick Anthony, presidente Zero Waste International Alliance; Joan Marc Simon, direttore esecutivo Zero Waste Europe; Rossano Ercolini, presidente Zero Waste Italy e Zero Waste Europe; Enzo Favoino, coordinatore scientifico Zero Waste Europe; Paolo Contò, direttore Contarina Spa, Treviso.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi