ROMA – STORACE: “ZINGARETTI SMETTA DI ESSERE BANCOMAT DI MARINO”

“Zingaretti deve smettere di essere il bancomat del Campidoglio. Prima di continuare ad erogare fondi a Marino, il Presidente della Regione deve pretendere che il Sindaco trovi i soldi che già ha in casa”.

Lo scrive Francesco Storace, vicepresidente del Consiglio regionale del Lazio e segretario nazionale de La Destra.

“Fra Marino e i suoi Assessori c’è la quotidiana caccia fasulla all’errore dei loro predecessori. Eppure vi è una delibera (39/2011), che reca la firma di Antonello Aurigemma quando era assessore ai Trasporti, che – ricorda Storace – individuava 15 beni immobili di Atac e ne disponeva la dismissione o la riconversione per un valore di 400 milioni di euro Per incassarli, la Giunta Marino avrebbe dovuto portare in Assemblea capitolina il “programma di interventi” per l’adozione delle necessarie varianti urbanistiche. Ovviamente, nulla di tutto questo è avvenuto. Quei beni sono fermi per avere credito dalle banche. Tanto Marino conta su Zingaretti. Spero che il Governatore – aggiunge Storace su Il Giornale d’Italia – abbia invece il coraggio di spiegare al Consiglio regionale, martedì prossimo, questa operazione rispondendo al question time che ho presentato ieri. In gioco non ci sono quattrini che il Comune deve avere dalla regione; ma la qualità dell’azione amministrativa della giunta Marino. Se il sindaco non è capace di trovare soldi che ha in casa, nessuno comprenderebbe perché la borsa debba aprirla con moneta nostra Nicola Zingaretti. La regione ha poteri urbanistici rilevanti: li azioni, pretenda dal Campidoglio il rispetto delle delibere in giacenza, butti fuori i vupaga’ di un’azienda ormai al collasso. È Zingaretti a dover dire a Marino che cosa deve fare e non il contrario. Altrimenti – conclude Storace – andrà a finire che il costo dell’inerzia amministrativa lo pagheremo tutti noi”. 



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi