SALDI: COMMERCIANTI CHE VENDONO FONDI DI MAGAZZINO RISCHIANO MULTA FINO A 3.000 EURO

CODACONS REPLICA A FEDERMODA: LEGGE TUTELA I CONSUMATORI E IMPONE DI VENDERE IN SALDO SOLO CAPI DI STAGIONE

I commercianti che durante i saldi mettono in vendita i cosiddetti “fondi di magazzino” rischiano una sanzione amministrativa fino a 3.000 euro. Lo afferma il Codacons, replicando a Federmoda secondo cui “nulla vieta di porre in vendita anche capi appartenenti non alla stagione in corso”.

La normativa vigente afferma l’esatto opposto – spiega il Codacons – Solo i capi di carattere stagionale o di moda possono essere soggetti a sconti, e questa disposizione prevista dal decreto legislativo 114 del 1998 serve proprio a garantire i consumatori, i quali possono acquistare beni ancora di moda con un sensibile deprezzamento.

“Purtroppo durante i saldi molti commercianti fanno i “furbi” e mischiano alla merce di stagione fondi di magazzino degli anni passati, capi rimasti invenduti e oramai obsoleti e di scarso valore – spiega il presidente Carlo Rienzi – Un comportamento vietato dalle norme e che comporta sanzioni fino a 3.000 euro per i trasgressori”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi