SAMPIETRINI, FIGLIOMENI (FDI): “TUTELARLI E VIGILARE SU POSA IN OPERA”

“I sampietrini, tipici e rari blocchetti di porfido inventati sotto Papa Sisto V nel XVI secolo, sono diventati nei tempi antichi uno dei simboli della città e furono utilizzati per lastricare le strade principali di Roma anche perché sono molto resistenti ed hanno il pregio di lasciar respirare il terreno grazie agli spazi tra un blocco e l’altro. Negli ultimo decenni, purtroppo, c’è stato un inesorabile degrado nella manutenzione dei sampietrini oltre che nella mancanza di sapienza e maestrìa nella posa in opera e quindi molto spesso sono presenti pericolosi avvallamenti che sono causa di danni a cose e persone. Tutto ciò, però, non deve portare alla sostituzione dei sampietrini con il bitume essendo invece necessario procedere, almeno in alcune strade e piazze di interesse storico-artistico, alla corretta posa in opera con valorizzazione dei “maestri selciaroli”, anche perché l’asfalto sostitutivo, quasi sempre, dura veramente poco e comporta costi comunque alti per la collettività. Tra l’altro, negli ultimi tempi sono sempre più numerose le segnalazioni di sampietrini abbandonati in zone e parchi della città oppure ammucchiati in un angolo del cantiere dopo gli scavi delle società dei servizi pubblici senza poi conoscere la destinazione finale di tali blocchetti. A tal proposito abbiamo presentato una interrogazione alla Giunta Raggi per chiedere di tutelare i sampietrini quale indiscutibile patrimonio della Capitale dal punto di vista storico ed archeologico, di vigilare sulla corretta posa in opera del massetto e dei relativi selci e verificare con le forze dell’ordine, infine, che non ci sia in atto qualche traffico illecito per quanto riguarda la destinazione dei sampietrini dopo la loro rimozione”. Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi