Sanità: Agenzia regionale, via libera in commissione al bilancio d’esercizio 2017

COMMISSIONE – Via libera in commissione Sanità, presieduta da Stefano Scaramelli (Pd) al bilancio d’esercizio 2017 dell’Agenzia regionale di sanità.

È stato Andrea Vannucci, direttore dell’agenzia, a presentare la relazione di attività e le linee principali del bilancio 2017. L’Agenzia regionale di sanità è un ente tecnico con finalità di consulenza e ricerca rivolte primariamente ai referenti istituzionali, ai soggetti e alle organizzazioni che operano nel sistema sanitario e sociale regionale. Il valore della produzione per questa annualità è di 4milioni 525mila euro, le risorse a disposizione dell’Ars sono ripartite tra il fondo ordinario erogato dalla Regione, che è di 3milioni e 565mila euro e rimane invariato rispetto allo scorso anno (nel 2010 erano 4milioni e 200mila euro), e altri finanziamenti per complessivi 960mila 715 euro, ancora in crescita, seppure lieve, rispetto al 2016 (più 27mila euro), che aveva visto un consistente incremento rispetto al 2015 (oltre 360mila euro). Il fondo ordinario è impegnato prevalentemente per il costo del personale, che incide per il 72,2 per cento (2milioni e 575mila euro). L’Ars si avvale, al dicembre del 2017, di un organico di 54 dipendenti, di cui 4 dirigenti.

I finanziamenti aggiuntivi sono per attività progettuale e transitano in gran parte attraverso la Regione (ossia il 56,5 per cento, pari a 542mila 500 euro – tra questi ci sono progetti ministeriali e altro – ma non sono a carico delle finanze regionali). Per il 18,5 per cento (124mila euro) derivano da altri enti pubblici. Si registra anche un contributo aggiuntivo della Regione di circa 65mila euro.

“Si tratta di un atto particolarmente importante per questa commissione e per il Consiglio nel suo insieme – ha dichiarato il presidente Scaramelli –. Abbiamo voluto con forza che l’Agenzia regionale di sanità fosse al servizio anche del Consiglio e devo dire che questo è avvenuto”. Proprio nel senso di questa collaborazione, Scaramelli ha rivolto un richiamo all’Agenzia, in merito alla recente presentazione della relazione sullo stato di salute dei toscani e del servizio sanitario regionale: “Per la correttezza e la necessaria trasparenza che contraddistingue il rapporto istituzionale, invito l’Agenzia a coinvolgere anche la commissione sanità in iniziative pubbliche di questa rilevanza. Avremo così la possibilità di portare un contributo qualitativo di conoscenza e valutazioni politiche”.

Dai vicepresidenti Paolo Bambagioni (Pd) e Paolo Sarti (Sì-Toscana a sinistra) è giunta la richiesta di supporto e assistenza da parte dell’Agenzia nella fase di verifica dei risultati della riforma sanitaria che si prevede di svolgere nel prossimo autunno. Il consigliere Andrea Quartini (Movimento 5 stelle) ha chiesto che vengano fornite delucidazioni e informazioni approfondite circa “il ‘bes’, l’indicatore di benessere equo e sostenibile, che finalmente viene preso in considerazione nella parte finale del Defr e per il quale Ars ha dato un contributo abbastanza importante”. Il consigliere Jacopo Alberti ha chiesto di prendere in considerazione l’ipotesi di sottoporre “un questionario di valutazione ai circa 51mila operatori, per sapere se sono contenti del sistema sanitario, se hanno critiche o proposte per migliorare”.

La commissione si è espressa con i voti favorevoli dei gruppi di maggioranza (Pd e Art.1-Mdp) e l’astensione delle minoranze (Lega, M5s, Sì-Toscana a sinistra).



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi