Sanità, allerta Fipronil: nessuna traccia nelle uova prodotte in Sardegna

Tutti gli esami di laboratorio, effettuati con i metodi raccomandati a livello europeo e nazionale, non hanno rilevato alcuna presenza dell’insetticida Fipronil, il cui utilizzo è vietato sugli animali destinati alla produzione di alimenti, come sono appunto le galline ovaiole. Gallina  – Nessuna traccia di Fipronil nelle uova degli allevamenti sardi. Lo dicono i risultati del Piano straordinario di controllo attivato immediatamente dall’Assessorato della Sanità a seguito dell’allerta e sulla base delle indicazioni ricevute dal Ministero della Salute. Nella settimana appena trascorsa, i campioni di uova prelevati dai Servizi veterinari dell’ATS e dai Carabinieri del NAS sono stati inviati con tempestività all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale, a Sassari. Tutti gli esami di laboratorio, effettuati con i metodi raccomandati a livello europeo e nazionale, non hanno rilevato alcuna presenza dell’insetticida Fipronil, il cui utilizzo è vietato sugli animali destinati alla produzione di alimenti, come sono appunto le galline ovaiole. Una risposta rassicurante, dunque, per i consumatori sardi: a oggi, infatti, non c’è nessun sospetto che negli allevamenti sardi sia stato utilizzato questo insetticida o che sul territorio regionale siano state commercializzate uova contaminate.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi