Sappada: Serracchiani, Senato interpreta volontà popolare

Trieste- “Il voto di oggi al Senato ha interpretato con responsabilità e coerenza la volontà della grandissima maggioranza del popolo di Sappada, e questo atteggiamento confidiamo di ritrovare nel passaggio alla Camera dei Deputati”. Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, commentando il voto dell’aula di Palazzo Madama che ha approvato il disegno di legge “Distacco del comune di Sappada dalla Regione Veneto e relativa aggregazione alla Regione Friuli Venezia Giulia”. “Alla luce dell’iter lunghissimo e della esemplare tenacia con cui i sappadini e le loro amministrazioni hanno mantenuto viva l’attenzione sulla loro causa – ha aggiunto Serracchiani – esprimo soddisfazione per questo atto parlamentare, molto atteso anche nella nostra Regione”. Serracchiani ha infine precisato che “il passaggio di questo comune è il compimento formale di un’appartenenza identitaria, linguistica e culturale, molto forte e radicata; è la sanzione ufficiale di una lunghissima storia comune. Siamo di fronte a un caso chiarissimo e pacifico, contestualizzato e analizzato in tutti i dettagli anche dal punto di vista costituzionale. Non è una scaramuccia di confine tra Regioni, né – ha concluso – si rischia di aprire alcun effetto domino”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi