Scatti dal mondo’, una mostra fotografica al Cassero per raccogliere fondi per Emergency

Al Cassero medievale si potrà fare il giro del mondo in 60 scatti di cinque fotografi pratesi, dai freddi paesaggi dell’Islanda al caldo dei deserti africani, fino ai colori dell’India e anche alle dolci colline di casa nostra: sarà inaugurata venerdì 8 dicembre alle 17 al Cassero medievale la mostra “Scatti dal Mondo”, all’interno del cartellone del Prato Festival. L’iniziativa è stata presentata stamattina in Palazzo comunale dagli assessori alla Cultura Simone Mangani e alla Pubblica Istruzione Maria Grazia Ciambellotti. Erano presenti anche la responsabile di Emergency Prato Fabiana Carosella e i cinque protagonisti dell’esposizione, tutti fotografi per passione: Susy Menchicchi, Lorenzo Bruno, Vittorio Pepe, Massimiliano Cerretelli e Riccardo Cirri. Esperienze diverse, stili diversi, un sentire diverso. Cinque fotografi non professionisti si raccontano e raccontano le proprie emozioni con le loro fotografie. C’è voglia di condividere una passione, di mettersi in gioco, di parlare di sé, ma c’è anche il desiderio di scrivere una pagina di solidarietà. L’iniziativa culturale avrà infatti anche un risvolto benefico: il 14 gennaio alle 17 al chiesino di San Giovanni le foto saranno messe all’asta e il ricavato sarà devoluto ad Emergency per il suo Programma Italia: «La mostra è un modo per promuovere uno sguardo diverso sul mondo e le realtà che ci circondano, valorizzando anche un bellissimo spazio come il Cassero medievale – ha detto l’assessore Mangani, – tutto questo con uno scopo solidale nei confronti di Emergency che davvero si coniuga benissimo con i contenuti dell’esposizione». Recentemente la giunta comunale ha anche approvato i lavori di risistemazione della seconda parte del camminamento medievale, in modo da renderlo fruibile per intero. Come ha sottolineato l’assessore Ciambellotti, la mostra sarà meta anche di visite da parte delle scuole nei prossimi giorni.

Le fotografie sono state scattate da un capo all’altro della Terra,, compreso il nostro Bel Paese, perché il mondo è anche “casa”, e non solo. Un mondo rappresentato non solo da paesaggi, ma anche da volti, da momenti di vita per strada, vivificato da una realtà interiore che prende forma attraverso la fotografia, esprimendosi nel bianco e nero, nel colore, nella scena ritratta e in una gamma infinita di altre sfumature. La mostra è visitabile fino al 6 gennaio. Per info su orari di apertura si potrà consultare il sito web del Prato Festival.

Cb



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi