Seravezza si apre all’arte, protagonisti Nomellini e scultori internazionali

Due esposizioni: l’8 luglio, nella galleria della Fondazione Arkad, “Riflessi”; il 13 nel palazzo mediceo “Plinio Nomellini – Dal Divisionismo al Simbolismo verso la libertà del colore”. Giani: “La Toscana sa rinnovare la propria offerta culturale”

Firenze – A luglio, Seravezza (Lucca) si apre all’arte con due mostre: “Riflessi” nella galleria della Fondazione Arkad e “Plinio Nomellini – Dal Divisionismo al Simbolismo verso la libertà del colore” nel palazzo mediceo.

“Seravezza – ha detto il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani nel presentare le iniziative a palazzo del Pegaso – sta dimostrando di essere il crogiuolo culturale della costa toscana. Una Toscana che sa rinnovare la propria offerta culturale: da un lato riscopre i suoi grandi interpreti come Plinio Nomellini, dall’altro volge lo sguardo all’arte contemporanea, ospitando 50 artisti internazionali nella mostra ‘Riflessi'”.

A quasi vent’anni dall’ultima monografica dedicata a Nomellini (nel 1998 al museo civico Giovanni Fattori di Livorno e alla Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti a Firenze) come ha spiegato la curatrice della mostra Nadia Marchioni, il pittore livornese arriva a Seravezza con novanta dipinti. Sarà ricostruito il percorso artistico del pittore “contestualizzandolo per la prima volta nella vitale atmosfera della sua epoca e facendo emergere il dialogo che legò il pittore ai maestri e agli artisti che lo accompagnarono negli anni della formazione e della prima maturità”. La mostra si potrà visitare dal 13 luglio al 5 novembre.

Spazio alla contemporaneità, invece, con la mostra “Riflessi”, allestita in occasione dei 15 anni di attività della fondazione Arkad e che presenta le sculture di cinquantadue artisti internazionali che hanno lavorato allo studio ARTCO. La mostra, come ha raccontato il presidente di Arkad Nicolas Bertoux “intende dar luce allo scambio tra artisti e collaboratori, da qui il titolo ‘Riflessi’, inteso come il rispecchiarsi di esperienze e trasmissione di idee”. Questa mostra raccoglie le opere di scultura, pittura e fotografia di artisti locali o provenienti da paesi quali Cina, Francia, Germania, Serbia, Spagna, Taiwan, Turchia e Ungheria. L’esposizione si inaugura sabato 8 luglio e resterà aperta fino al 10 settembre con ingresso gratuito.

All’incontro con i giornalisti hanno partecipato anche il sindaco di Seravezza e presidente della Fondazione Terre Medicee Riccardo Tarabella e l’assessore alla promozione e valorizzazione del territorio del comune di Seravezza Giacomo Genovesi. (bb)



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi